Il termine per presentare all'Agenzia delle entrate la richiesta scadrà il prossimo 31 gennaio. Ecco come presentare la domanda
anziani guardano tv mangiando popcorn

di Gabriella Lax - Canone Rai, c'è poco tempo per chiedere l'esenzione. Il termine per presentare la richiesta è in procinto di scadere il prossimo 31 gennaio.

Esenzione canone Rai, c'è tempo fino al 31 gennaio

[Torna su]

Come è noto, il canone Rai viene pagato ogni anno tramite le bollette dell'energia elettrica. Tuttavia ci sono dei casi di esonero che consentono di non pagare il canone. Chi non ha la televisione e vuole chieder l'esenzione per il pagamento ha solo pochi giorni per farlo poiché il termine per presentare la richiesta è fissato al prossimo 31 gennaio. La domanda ha un anno di validità appena e quindi occorre ripresentare la richiesta di volta in volta. Questo vuol dire che l'istanza andrà presentata nuovamente entro fine mese anche da chi già aveva ottenuto l'esonero per il 2019. Dunque va fatta alle Entrate la comunicazione di non detenzione di un apparecchio tv in modo da evitare l'addebito del relativo canone nella bolletta di utenza elettrica.

Casi d'esenzione

[Torna su]

L'esenzione è per coloro che in casa non posseggono un televisore o per compimento dei 75 anni di età. Nel caso della persona che compie 75 anni di età per poter chiedere l'esonero del canone deve anche possedere un reddito familiare complessivo di 8.000 euro. Nel caso in cui la domanda di esenzione viene presentata entro il 31 gennaio essa sarà per tutto l'anno corrente 2020. Se viene inviata in un periodo che va dal 1° febbraio al 31 luglio 2020, per i primi sei mesi dell'anno il canone comunque viene addebitato sulla bolletta di energia elettrica. Gli over 75 potranno continuare a beneficiare dell'esonero anche per gli anni successivi. Nel caso in cui i redditi subiscano una modifica andando a superare il tetto previsto, allora bisognerà inviare una dichiarazione di variazione dei presupposti.

La rata di gennaio

[Torna su]

La rata di gennaio potrebbe essere velocemente addebitata in bolletta. Per questo motivo la comunicazione alle entrate andrebbe fatta nei primi giorni del primo mese dell'anno. La rata di gennaio eventualmente addebitata potrà essere chiesta in rimborso, che di solito avviene accreditando l'importo in bolletta. Per i mesi successivi, farà fede la dichiarazione di non possesso presentata alle Entrate.

Come presentare la domanda di esenzione

[Torna su]

La dichiarazione può essere inviata direttamente dal contribuente attraverso Fiscoline oppure avvalersi di un Caf. Chi non riesce ad inviare telematicamente la domanda, presentarla tramite raccomandata senza busta al seguente indirizzo: Agenzia delle Entrate - Direzione Provinciale di Torino - Ufficio Canone TV - Casella Postale 22 - 10121 Torino. Alla domanda va allegato anche il documento di riconoscimento in copia.

Leggi:

- Canone Rai 2020: sale la soglia per l'esenzione

- Canone Rai: tutto quello che devi sapere

Vedi anche:
Canone rai: raccolta articoli
Condividi
Feedback

(28/01/2020 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Giustizia: stop udienze fino all'11 maggio
» Gli avvocati sono dalla parte dei medici