Sei in: Home » Articoli

Canone Rai 2018: dichiarazione entro dicembre per non pagare

L'Agenzia delle Entrate invita ad anticipare la scadenza del 31 gennaio per la dichiarazione ai fini dell'esenzione del canone Rai
vecchio televisore con sopra pallone da calcio

di Redazione - Chi non ha la tv meglio lo dichiari entro questo mese. A dare il "suggerimento" è l'Agenzia delle Entrate che ricorda come la scadenza per l'esenzione del canone Rai per i cittadini non in possesso dell'apparecchio televisivo è fissata al 31 gennaio, tuttavia, anticipando la dichiarazione si evita il primo addebito e la richiesta di rimborso.

Canone Rai: presunzione di detenzione della tv

Si ricorda, infatti, che la legge Stabilità 2016 ha introdotto la presunzione di detenzione dell'apparecchio tv nel caso in cui esista un'utenza elettrica nel luogo in cui una persona ha la propria residenza anagrafica e ha previsto che, per i titolari di una utenza elettrica di tipo residenziale, il pagamento del canone tv per uso privato avvenga mediante addebito sulla bolletta elettrica, in 10 rate mensili, da gennaio a ottobre. Per cui, al fine di superare la presunzione, ed evitare di pagare il canone, chi non possiede la tv, ricordano le Entrate, può presentare apposita dichiarazione.

Esenzione canone Rai: come fare

I cittadini che non sono in possesso di un apparecchio televisivo possono comunicarlo all'Agenzia delle Entrate fino al 31 gennaio 2018, utilizzando il modello di dichiarazione sostitutiva di non detenzione, disponibile sul sito dell'Agenzia stessa, nella sezione Canone Tv o su quello della Rai.

Il modello, segnala l'Agenzia, può essere utilizzato anche da un erede per dichiarare che nell'abitazione in cui l'utenza elettrica è ancora temporaneamente intestata a un soggetto deceduto, non è presente alcun apparecchio tv.

I contribuenti, ricordano ancora le Entrate, possono inviare il modello direttamente, via web sul sito dell'Agenzia o mediante le credenziali Fisconline o Entratel rilasciate dalla stessa.

In alternativa, ci si potrà avvalere degli intermediari abilitati (Caf e professionisti) per la presentazione telematica della dichiarazione sostitutiva, o, ancora, della raccomandata senza busta, da inviare, insieme a un valido documento di riconoscimento, all'indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. - Sportello abbonamenti tv - Casella Postale 22 - 10121 Torino. Infine, la dichiarazione sostitutiva può essere presentata anche tramite pec, firmata digitalmente, all'indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it.

Canone Rai: dichiarazione entro dicembre per evitare errori

La dichiarazione può essere presentata entro il 31 gennaio. Tuttavia, avvertono le Entrate, "dal momento che la prima rata del canone tv per l'anno 2018 scatta già a partire dal prossimo mese di gennaio, per evitare il primo addebito - e quindi di dover poi richiedere il rimborso - è preferibile presentare la dichiarazione sostitutiva in via telematica entro la fine di dicembre, o entro il 20 dicembre se viene presentata per posta in forma cartacea".

Leggi anche:

- Canone Rai: ecco il nuovo modello

- Canone Rai: tutto quello che devi sapere

(18/12/2017 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Multa col cellulare in auto anche se non si parla
» Responsabilità medica: l'art. 590-sexies e l'intervento delle Sezioni Unite
» Facebook: reato di diffamazione aggravata anche per chi commenta
» Condominio: chi ha la pec paga le spese per la corrispondenza?
» Il diritto all'oblio nella recente pronuncia vittoriosa di Antonello Venditti c. Rai


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss