Sei in: Home » Articoli

Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre

I chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate sulla scadenza della presentazione della dichiarazione per chi non possiede la tv
bambino su un televisore con megafono simbolo comunicazione

di Marina Crisafi – Chi non ha la tv deve dichiararlo al più presto, al più tardi entro la fine del mese di dicembre, se non vuole pagare il canone Rai nel 2017. È quanto emerge da una nota dell'Agenzia delle Entrate diffusa oggi, nella quale, pur ribadendo che la scadenza ufficiale per la presentazione della dichiarazione di non possesso tv è il 31 gennaio 2017, è caldamente consigliato anticipare l'adempimento.

Si ricorda, infatti, che il possesso dell'apparecchio tv, idoneo a far scattare l'applicazione del canone, è presunto già dal 2016 nei riguardi di tutti gli intestatari di un'utenza elettrica. L'unico modo di sottrarsi all'obbligo è quello di comunicare all'Agenzia delle Entrate che in nessuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di un'utenza elettrica è detenuta la tv.

Tuttavia, spiegano le Entrate, visto che la prima rata per il canone tv dell'anno 2017 scatta già a partire dal prossimo gennaio, per essere sicuri di evitare eventuali addebiti in bolletta e di dover presentare, successivamente, un'istanza di rimborso "è preferibile presentare la dichiarazione sostitutiva in via telematica entro la fine di dicembre (o entro il 20 dicembre se viene presentata per posta)".

Come va presentata la dichiarazione

La dichiarazione va presentata (dal contribuente stesso, dall'erede, o da altro componente della famiglia anagrafica) attraverso il modello di dichiarazione sostitutiva disponibile online (sul sito dell'Agenzia delle Entrate o su quello del canone Rai (qui sotto allegato in pdf).

La dichiarazione può essere inviata direttamente online tramite un'applicazione web disponibile sul sito internet delle Entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel rilasciate dall'Agenzia, oppure tramite gli intermediari abilitati (Caf e professionisti).

Nei casi in cui non sia possibile l'invio telematico, è prevista la presentazione del modello, unitamente a un valido documento di riconoscimento, tramite servizio postale in plico raccomandato senza busta all'indirizzo: "Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino".

È altresì possibile inviare il modello con firma digitale tramite posta elettronica certificata all'indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it.

Il modello di non detenzione, avvisa l'Agenzia, ha una validità annuale, per cui va presentato ogni anno "se ne ricorrono i presupposti".

Si ricorda, infine, che la dichiarazione sostitutiva non veritiera comporta sanzioni anche penali (artt. 75 e 76 D.p.r. n.445/2000).

Modello non detenzione TV
(05/12/2016 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Danno parentale: la nuova tabella di Milano
» Pedoni: multe fino a 100 euro per chi sosta in gruppo sui marciapiedi
» Le indagini del pubblico ministero
» Praticanti avvocati: da settembre le nuove regole
» Affido materialmente condiviso: una grossa opportunità per i nostri figli

'codice widgetpack temporaneamente spostato nella raccolta codici
Newsletter f g+ t in Rss