Per le domande per il bonus asilo nido l'Inps informa che è attiva la nuova funzionalità del subentro per decesso, vediamo di cosa si tratta
bambini giocano in asilo nido

di Annamaria Villafrate - Con il messaggio n. 101/2020 (sotto allegato) l'Inps informa che per chi ha presentato domanda per il bonus nido a partire dal primo gennaio 2019 è prevista la nuova funzionalità del subentro del decesso. Il messaggio Inps spiega in che cosa consiste la nuova funzionalità, cosa deve fare il genitore superstite per sostituirsi a quello deceduto e infine come viene gestita la pratica.

Cos'è il bonus nido

[Torna su]

Il bonus nido è un aiuto previsto dalla legge n. 232/2016, contenente il "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019."

Il comma 355 del comma 1 prevede per i nati dal primo gennaio 2016 un buono annuo, che ad oggi è pari a 1500 euro (con un incremento di 1000 o 1500 euro in base alla soglia Isee di appartenenza)

  • per il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati;
  • e per l'introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione in favore dei bambini di età inferiore ai tre anni, affetti da gravi patologie croniche.

Il buono viene corrisposto dall'INPS al genitore richiedente, previa presentazione di documentazione da cui deve risultare l'iscrizione e il pagamento della retta a strutture pubbliche o private.

La nuova funzionalità del "subentro per decesso"

[Torna su]

Come spiega chiaramente il messaggio n. 101, le istanze presentate dal primo gennaio 2019 possono beneficiare della nuova funzionalità del "subentro per decesso". In pratica si dà la possibilità al genitore superstite, in caso di morte di quello che ha chiesto il bonus nido, il subentro nella domanda presentata in origine.

Il subentro per decesso una volta effettuato viene tracciato nello storico "iter della domanda" per gestire al meglio la pratica del bonus nido, aggiornata con i nuovi dati del subentrante.

Come fare la sostituzione

[Torna su]

La sostituzione del genitore superstite con quello defunto può essere effettuata accedendo al servizio dedicato del sito dell'Inps tramite Pin Inps dispositivo, Spid o carta nazionale dei Servizi, dopo aver selezionato, nella sezione "Variazioni Domande" la voce "Subentro per decesso" e inserendo il codice fiscale del genitore deceduto.

Il genitore superstite in questo modo può subentrare in tutte le domande che fanno capo a quello deceduto e utilizzare tutte le funzionalità, se però desidera cambiare le modalità di pagamento, deve attendere di aver completato l'operazione di subentro.

Per comprendere al meglio i passaggi da compiere l'Inps ha messo a disposizione un manuale utente, reperibile sul sito dell'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale", accedendo alla "Scheda prestazione" del "Bonus asilo nido" o al servizio online dell'applicativo."

Leggi anche:

- Bonus asilo nido

- Bonus asilo nido 2020

Scarica pdf messaggio Inps n. 101/2020
Condividi
Feedback

(19/01/2020 - Annamaria Villafrate) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Coronavirus: stop agli incontri tra padre e figlio residenti in comuni diversi
» Sospensione del mutuo: ecco il modello