Bonus asilo nido: possibile variare la domanda

Condividi
Seguici

L'INPS avvisa che, accedendo al portale, per le istanze presentate dal 2019 sarà possibile variare le mensilità originariamente indicate nella relativa domanda
bambina che gioca all'asilo
di Lucia Izzo - Novità per quanto riguarda il Bonus asilo nido: accedendo al portale INPS sarà ora possibile variare le mensilità richieste nella relativa domanda presentata dall'anno 2019. Lo ha comunicato lo stesso Istituto nel recente messaggio n. 3007/2019 (qui sotto allegato) annunciando di aver introdotto nuove funzionalità sul "Portale del cittadino".

  1. Bonus asilo nido: cos'è?
  2. Bonus asilo nido: nuove funzionalità sul portale INPS
  3. Bonus asilo nido: come funzionano le variazioni

Bonus asilo nido: cos'è?

Per chi non sapesse di cosa si tratta, il c.d. Bonus asilo nido rappresenta un'agevolazione per la frequenza di asili nido pubblici e privati introdotta dall'art. 1, comma 355, della legge 232/2016 (legge di bilancio 2017) nell'ambito degli interventi normativi a sostegno del reddito delle famiglie.

Il provvedimento suddetto ha previsto che, ai figli nati dal 1° gennaio 2016, spetti un contributo di massimo 1.000 euro per il pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati e di forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche.


La legge di bilancio per l'anno finanziario 2019 (L. n. 145/2018) ha elevato l'importo del buono a 1.500 euro su base annua per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021.

Bonus asilo nido: nuove funzionalità sul portale INPS

Le nuove funzionalità previste dall'INPS sono attive per le domande presentate a partire dall'anno 2019 e
consentono la variazione delle mensilità originariamente indicate fino al termine di scadenza previsto per la presentazione della documentazione di spesa (per le domande 2019, quindi, entro il 1° aprile 2020).

Ecco nel dettaglio le variazioni possibili.

Sostituzione mensilità richieste

Gli interessati potranno sostituire un mese indicato in domanda con un altro mese non ancora prenotato per lo stesso minore. La modifica sarò possibile accedendo al portale seguendo il percorso: "Variazioni DomandaInvia Richiesta" > "Motivo Richiesta di Variazione" > "Sostituzione Mensilità Richieste"

Rinuncia mensilità richieste

Sarà possibile anche rinunciare a uno o più mesi originariamente richiesti in domanda. Tale funzione è accessibile sul portale seguendo il percorso: "Variazioni DomandaInvia Richiesta" >"Motivo Richiesta di Variazione" > "Rinuncia Mensilità Richieste".

Bonus asilo nido: come funzionano le variazioni

L'INPS precisa che le variazioni sono consentite per le sole mensilità rispetto alle quali non è stato ancora disposto il pagamento. Le modifiche, inoltre, saranno immediate e non sarà necessaria l'approvazione da parte della Struttura territoriale. Inoltre, sarà possibile effettuare una sola variazione per ogni mensilità prenotata in domanda.

Nel messaggio si precisa che resta comunque ferma la preesistente possibilità di utilizzare la funzione "Annullamento domanda" che permette di annullare una domanda protocollata in qualunque stato essa si trovi ("Protocollata", "Da istruire", "Accolta", "Respinta").

In tal modo, si consente al cittadino di liberare le mensilità prenotate e non ancora pagate in relazione alle quali, entro il 31 dicembre dell'anno della domanda di riferimento, sarà eventualmente possibile presentare una nuova istanza, anch'essa soggetta alle verifiche di budget (cfr. il messaggio n. 4819/2017).

Tutte le richieste di variazione effettuate saranno consultabili sul "Portale del cittadino" seguendo il percorso "Variazioni DomandaConsultazione Richieste".
Scarica pdf INPS, messaggio 3007/2019
(18/08/2019 - Lucia Izzo) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» INI-PEC valido e attendibile: la Cassazione corregge il tiro
» La colf in nero incastra il datore di lavoro con le foto

Newsletter f t in Rss