Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Cassa Forense cerca praticanti: come candidarsi

Condividi
Seguici

C'è tempo fino a fine ottobre per candidarsi per il tirocinio per l'accesso alla professione forense presso Cassa Forense
giovani uomini e donne di successo
di Lucia Izzo - C'è tempo fino a fine ottobre per inoltrare domanda per l'ammissione al tirocinio per l'accesso alla professione forense presso l'Area Legale Ricorsi e Contratti della Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Forense.

Nel bando (sotto allegato) si rende noto l'oggetto del tirocinio, il numero di posti disponibili, pari a 3 (tre), e le modalità di partecipazione alla selezione.

Inoltre, Cassa Forense ha altresì pubblicato un avviso per la selezione di studi legali interessati a partecipare alla procedura per l'affidamento dell'attività di assistenza e consulenza legale stragiudiziale specialistica.

  1. Cassa Forense: oggetto del tirocinio
  2. Requisiti di partecipazione
  3. Presentazione della domanda
  4. Rimborso mensile

Cassa Forense: oggetto del tirocinio

Dei tre selezionati, due tirocinanti verranno, principalmente, adibiti a supporto del settore dell'Area Legale Ricorsi e Contratti che si occupa del contenzioso in materia previdenziale e assistenziale, mentre l'altro tirocinante verrà, principalmente, adibito a supporto del settore dell'Area Legale Ricorsi e Contratti che si occupa della contrattualistica, dell'attività stragiudiziale e dei recuperi dei crediti derivanti dalle locazioni dell'Ente.

Il tirocinio consta essenzialmente di due profili:
a) formazione di taglio teorico-pratico, mediante affiancamento ad un avvocato dell'Area Legale Ricorsi e Contratti e partecipazione alla stesura di atti e pareri, nonché allo svolgimento di ricerche di dottrina e giurisprudenza;
b) partecipazione alle udienze giudiziali in affiancamento agli avvocati dell'Area Legale Ricorsi e Contratti.

Il tirocinio per l'accesso alla professione forense verrà svolto presso l'Area Legale Ricorsi e Contratti della Cassa Forense, in Roma (Via G. G. Belli, n.5); il tirocinante dovrà assicurare la propria continuativa presenza per almeno 20 ore settimanali e non potrà svolgere la pratica forense presso altri studi professionali.

Il tirocinio, rammenta il bando, è finalizzato essenzialmente al conseguimento del titolo per l'ammissione all'esame di abilitazione alla professione di avvocato; pertanto, il tirocinante, per gli adempimenti cui è tenuto (ad es. la presenza alle udienze, la compilazione e la periodica presentazione del libretto di tirocinio, l'attività di formazione e di tirocinio), dovrà personalmente avere cura di osservare le disposizioni normative in materia e le regole stabilite dal competente Consiglio dell'Ordine degli Avvocati, alle quali integralmente si rinvia.

Requisiti di partecipazione

I candidati che desiderano presentare domanda per lo svolgimento del tirocinio presso l'Area Legale Ricorsi e Contratti della Cassa Forense dovranno possedere, alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda di partecipazione, i seguenti requisiti:

- essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell'Unione Europea;
- non avere ancora compiuto 27 anni;
- essere in possesso dei requisiti richiesti per l'iscrizione nel registro dei tirocinanti avvocati tenuto dal competente Consiglio dell'Ordine degli Avvocati;
- se già iscritto nel registro dei tirocinanti presso il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati, non avere già superato l'esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato.

Requisito di ammissione alla selezione è l'avere conseguito la laurea in Giurisprudenza con voto di laurea non inferiore a 100/110; inoltre, i candidati devono avere conseguito una media complessiva di voti non inferiore a 25/30 nelle materie: diritto civile, procedura civile, diritto amministrativo e diritto del lavoro.

Presentazione della domanda

La domanda per l'ammissione al tirocinio va presentata, entro e non oltre il 31 ottobre 2019 (ore 13:00) presso la sede della Cassa Forense, Area Legale Ricorsi e Contratti, via mail all'indirizzo ufficiolegale@cassaforense.it ovvero via PEC all'indirizzo ufficiolegale@cert.cassaforense.it, avendo cura di apporre nell'oggetto della mail o della PEC, la seguente dicitura: "DOMANDA DI TIROCINIO PRESSO L'AREA LEGALE RICORSI E CONTRATTI".

Per la domanda, il candidato potrà utilizzare il modello messo a disposizione dalla stessa Cassa Forense (qui sotto allegato), compilandolo in ogni sua parte e allegandolo all'e-mail o alla PEC in formato pdf. Nella domanda il candidato dovrà dichiarare presso quale settore dell'Area Legale Ricorsi e Contratti, tra quelli indicati nel bando, è interessato a svolgere il proprio tirocinio, indicandone, succintamente, le motivazioni.

Alla domanda dovrà, altresì, essere allegata copia di un documento di identità, nonché copia di un curriculum vitae redatto nel formato europeo (in formato pdf).

I candidati saranno selezionati sulla base del proprio curriculum vitae e di un successivo colloquio conoscitivo con la Commissione Valutatrice.

Rimborso mensile

I candidati ammessi al tirocinio dovranno provvedere ad iscriversi al registro dei tirocinanti tenuto dal competente Consiglio dell'Ordine degli Avvocati o, qualora già iscritti, a modificare il nominativo del dominus presso il medesimo e a dare tempestivamente prova alla Cassa Forense dell'avvenuto adempimento.

i tirocinanti verrà erogato un rimborso mensile lordo e onnicomprensivo di € 500,00 per l'attività svolta, previa attestazione del regolare ed effettivo svolgimento del tirocinio nel mese di interesse rilasciata dal Dirigente dell'Area Legale Ricorsi e Contratti e presentazione di idonea documentazione fiscale da parte del tirocinante.

Scarica pdf Modulo Domanda Tirocinanti
Scarica pdf Cassa Forense bando Tirocinanti
(17/10/2019 - Lucia Izzo) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Pos obbligatorio per tutte le partite Iva
» Perde le figlie il padre che se ne disinteressa

Newsletter f t in Rss