Sei in: Home » Articoli

Cittadinanza: riparte ddl ius culturae

Condividi
Seguici

Riprende l'esame della riforma della legge sulla cittadinanza che introduce lo ius culturae. In commissione affari costituzionali il 3 ottobre prossimo
Donna che indossa la bandiera italiana

di Redazione - Riprende l'esame della riforma della legge sulla cittadinanza che introduce il cosiddetto ius culturae. La commissione affari costituzionali sarà impegnata sul ddl a partire dal prossimo 3 ottobre. Lo annuncia il presidente della commissione Giuseppe Brescia (M5s), che sarà anche relatore alla riforma.

Il testo, a prima firma Laura Boldrini, si ricorda, era stato incardinato un anno fa in quota opposizioni (Leu) e il relatore era Roberto Speranza, ora divenuto ministro della salute nel Conte 2.

Vai alla guida La cittadinanza italiana

"In commissione - ha spiegato Brescia - arriveranno altre proposte di altri gruppi, tra cui anche quella del Movimento 5 Stelle, e le esamineremo. Personalmente credo che lo ius culturae possa rappresentare una soluzione ragionevole, anche perché mette al centro le nostre scuole come potente fattore di integrazione. Spero che la politica tutta, maggioranza e opposizione, si dimostri all'altezza di un dibattito che chiama in causa diritti e doveri, appartenenza e inclusione".

Leggi anche:

- Cittadinanza italiana: per i cittadini rumeni senza cambio cognome

- Cos'è lo ius soli


Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Seguici anche su Facebook e iscriviti alla newsletter


(28/09/2019 - Redazione)
In evidenza oggi:
» Avvocati: niente iscrizione alla Cassa se si supera il reddito per un anno
» Cognome materno ai figli: oltre 54mila firme per la petizione

Newsletter f t in Rss