Iva ridotta del 2% se paghi con bancomat

Condividi
Seguici

Si rafforza nel cantiere manovra il tentativo di accelerare l'uso della moneta elettronica e dei sistemi alternativi al contante
prestigiatore mostra sconti

di Redazione - Iva scontata del 2% per chi paga col bancomat, più cara invece se si paga in contanti. E' l'ultima ipotesi allo studio del governo alle prese col cantiere della manovra.

Leggi Arrivano i rimborsi per chi paga con bancomat o carta di credito

Tramontata l'ipotesi di un aumento ad hoc per determinate categorie di beni e servizi, si rafforza sempre di più l'idea di accelerare sui pagamenti elettronici e di garantire una sorta di cashback a chi usa bancomat e carte, "punendo" invece chi usa il contante.

  1. Iva scontata
  2. Cashback
  3. Agevolazioni per chi si dota di pos

Iva scontata

L'ipotesi al vaglio dei tecnici, come avvalorato anche dalle dichiarazioni di ieri del ministro degli esteri Di Maio, è una sorta di "bonus malus". Come riporta il Sole24Ore, per alcuni prodotti e servizi ritenuti a più alto rischio di evasione l'Iva verrebbe incrementata dell'1% per chi paga cash ed essere invece ridotta di 2 punti percentuali per chi usa pagamenti tracciabili.

Così, ad esempio, il conto dell'hotel o del ristorante saldato con banconote farebbe scattare l'aliquota dell'11% in luogo di quella del 10%, mentre se si salda con moneta elettronica l'Iva scenderebbe all'8%.

Cashback

Inoltre, i consumatori avrebbero anche l'incentivo del cashback, ovvero la restituzione del 2% delle transazioni effettuate con carte o bancomat. Una restituzione che potrebbe essere rappresentata da un credito di imposta o da un "rimborso" effettivo sull'estratto conto delle carte (per il tramite degli istituti di intermediazione che le gestiscono).

Si avrebbe così, ha commentato Di Maio "un meccanismo virtuoso; il contante gira di meno e un'evasione più bassa".

Agevolazioni per chi si dota di pos

D'altro canto, per evitare tentativi di elusione, tra gli scenari all'attenzione dei tecnici c'è anche la riduzione delle commissioni a carico degli esercenti ed autonomi che si doteranno di Pos, sanzionando, di pari passo, chi invece non si doterà di strumenti per consentire pagamenti tracciabili.

(27/09/2019 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Avvocati: niente iscrizione alla Cassa se si supera il reddito per un anno
» Cognome materno ai figli: oltre 54mila firme per la petizione

Newsletter f t in Rss