Sei in: Home » Articoli

Tari gratis a chi si sposa

Condividi
Seguici

L'iniziativa è stata presa in Sardegna dal comune di Guasila, paese della Trexenta, in Provincia di Cagliari, per contrastare lo spopolamento
sposa matrimonio nozze unione civile

di Gabriella Lax -Tari gratis per chi decide di sposarsi. L'inusuale iniziativa presa in Sardegna dal comune di Guasila, paese della Trexenta, in Provincia di Cagliari, si aggiunge alle innumerevoli altre intraprese da vari comuni in tutta Italia.

Leggi in merito:

- Sgravi sulle tasse per chi cura il verde pubblico

- Chi alleva galline paga meno Tari

- Tassa rifiuti: se vai a piedi paghi di meno

Tari sconti a chi si sposa e altre agevolazioni

Come riporta il Sole 24 Ore, si tratta di una iniziativa dell'amministrazione comunale, per fronteggiare l'emigrazione dal comune in cui attualmente risiedono solo 2600 anime. Da qui l'idea inusuale proporre clamorosi sconti alle nuove coppie di residenti che si sposano, a coloro che hanno deciso di prendere la residenza o ai genitori di "bimbi nati residenti". Tre le nuove misure che prevedono un alleggerimento delle tariffe, approvate dal Consiglio comunale e inserite nel regolamento relativo al funzionamento della Tari.

Si chiama "Agevolazione per sostegno alla formazione di nuove famiglie" e stabilisce una riduzione del 100% dell'importo Tari si legge, «per le sole utenze domestiche adibite ad abitazione principale di giovani coppie il cui matrimonio sia stato celebrato tra il gennaio 2018 al 31 dicembre 2019», a condizione che «almeno uno degli sposi risulti contribuente Tari e la coppia costituisca un nucleo familiare autonomo residente nel territorio comunale». In questi casi, la richiesta va presentata entro 60 giorni dalla celebrazione del matrimonio e comunque entro il 31 dicembre 2019.

Ancora la riduzione del 100% dell'importo complessivo della Tari è previsto dalla misura "Agevolazione per incentivare il ripopolamento", riservata solo alle utenze domestiche utilizzate come abitazione principale. Il provvedimento riguarda coloro che «non avendo mai avuto la residenza o siano emigrati e non più residenti da almeno un anno, immigrino nel Comune di Guasila nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2018 e il 31 dicembre 2019 e costituiscano un nuovo nucleo familiare autonomo che dia origine a una nuova utenza Tari». L'ultima misura è "Agevolazione per sostegno alla Vita", secondo la quale il nucleo familiare residente in cui ci sia stato un nascituro dal 1 gennaio 2018 al 31 dicembre 2019 può usufruire di una riduzione della tariffa pari al 25 per cento dell'importo totale. Lo stesso succede alla famiglia in cui ci sia «almeno un adulto che partecipi all'incontro formativo-informativo sull'utilizzo dei pannolini lavabili promosso dall'amministrazione comunale». In questo caso lo sconto sarà del 50 % «per gli anni in cui si ha diritto allo stesso se, nel periodo indicato, sia stato effettuato un acquisto di pannolini ecologici, lavabili e riutilizzabili in quantità non inferiore a numero 10». Toccherà al comune fornire «a ogni famiglia in cui avverrà la nascita un campione gratuito di pannolino lavabile per farne sperimentare l'utilizzo». Le domande dovranno essere presentate al Comune entro 60 giorni dalla nascita del bambino.

(10/05/2019 - Gabriella Lax)
In evidenza oggi:
» Al via la riforma della TARI
» Cassazione: spetta all'Asl pagare i danni provocati dal randagio

Newsletter f t in Rss