Tassa rifiuti: sconto del 15% per chi usa i pannolini lavabili

La misura è stata applicata dal comune di Jesi ma si sta diffondendo anche in altre realtà
mamma che cambia pannolino al bambino

di Marina Crisafi - Sconto sulla Tari del 15% per le famiglie con bambini fino a 3 anni che usano i pannolini lavabili al posto di quelli usa e getta. Lo ha deciso il Comune di Jesi a causa dell'inquinamento dovuto proprio a questo tipo di rifiuti non biodegradabili, pari, secondo il rapporto regionale a circa il 10% del totale dei rifiuti che finiscono nelle discariche.

Lo sconto potrà essere fruito dalle famiglie che documentano l'acquistano dei pannolini riutilizzabili per un importo di minimo 50 euro, nonché dagli asili nido privati, per i quali la riduzione della tassa sale al 15%, laddove l'utilizzo dei cambi lavabili venga esteso ad almeno un sesto dei bambini, spingendosi fino al 30% se riesce a coinvolgere un terzo dei frequentanti.

L'esperimento dell'amministrazione marchigiana non è del resto il primo in Italia. Già un paio d'anni fa, infatti, lo sconto sulla tassa dei rifiuti è stato introdotto a San Giovanni in Persiceto, in provincia di Bologna, e a livello sperimentale per un biennio, a Belluno. Non si esclude, dunque, che possa presto diffondersi ad altre realtà italiane.

Peraltro, l'uso dei pannolini lavabili comporta di per sé un significativo risparmio, atteso che secondo i dati di Altroconsumo, il costo medio annuale per questo tipo di pannolini varia tra i 250 e i 330 euro l'anno, contro i 590 euro di quelli usa e getta.

(20/02/2017 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» L'Inps cerca avvocati
» Carceri: ok alla riforma
» Il contratto di francising
» Flat tax: che cos'è e come funziona
» Cassazione: reato per chi rivela la relazione con una donna sposata


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss