730 precompilato 2019: le novità dai bonus casa all'Ape

Pubblicate le bozze e le istruzioni del modello 2019 del 730 precompilato. Ecco le novità dai bonus casa all'anticipo pensionistico
modello 730 2019
di Redazione - Bonus verde e credito d'imposta per l'anticipo pensionistico. Ma anche detrazioni per l'abbonamento al trasporto pubblico e per gli strumenti per i disturbi dell'apprendimento. Sono alcune delle novità che debuttano nella precompilata 2019 pubblicata ieri insieme alle istruzioni sul sito dell'Agenzia delle Entrate.
La versione precompilata del 730 potrà essere presentata direttamente alle Entrate o a un Caf/professionista entro il 23 luglio (ovvero al sostituto d'imposta entro il 7 luglio).

Ma vediamo nel dettaglio le novità:

  1. 730/2019 le nuove agevolazioni
  2. Credito d'imposta Anticipo pensionistico
  3. Bonus casa
  4. Strumenti studenti con Dsa
  5. Abbonamenti trasporto pubblico e erogazioni solidali

730/2019 le nuove agevolazioni

Nella bozza del 730/2019 consultabile insieme alle relative istruzioni nella sezione modelli del sito delle Entrate trovano spazio numerose novità normative, soprattutto agevolazioni, come le detrazioni d'imposta per la sistemazione a verde di aree private, per gli interventi su parti comuni condominiali volti al risparmio energetico e alla riduzione del rischio sismico, delle spese per l'abbonamento al trasposto pubblico, per le assicurazioni contro gli eventi calamitosi, per gli strumenti e gli ausili in caso di disturbi dell'apprendimento, nonché gli sconti fiscali previsti dal Codice del Terzo settore per le erogazioni in favore di Onlus, associazioni di promozione sociale e organizzazioni di volontariato e per i contributi a favore delle società di mutuo soccorso.

Credito d'imposta Anticipo pensionistico

Nella nuova bozza è stata inserita la sezione XII nel quadro G (rigo G14) per accogliere il credito d'imposta riconosciuto a coloro che si sono avvalsi dell'anticipo pensionistico (Ape). Il credito d'imposta annuo sugli interessi e premi assicurativi pattuiti nei relativi contratti deve essere indicata nella precompilata che i contribuenti troveranno online dal prossimo 15 aprile.

Il credito non concorre alla formazione del reddito ai fini delle imposte sui redditi e viene riconosciuto dall'Inps.

Bonus casa

Oltre alle conferme per le detrazioni per gli interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli edifici e per il bonus mobili, tra le new entry nel 730 troviamo le detrazioni:

- del 19% per i premi per assicurazioni aventi ad oggetto il rischio di eventi calamitosi stipulati per unità immobiliari a uso abitativo;

- del 36% delle spese sostenute, nel limite massimo di 5mila euro, per interventi di sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, per gli impianti di irrigazione e per la realizzazione pozzi e di coperture a verde e di giardini pensili (cosiddetto "bonus verde");

- dell'80% per gli interventi effettuati su parti comuni di edifici condominiali ricadenti nelle zone sismiche (finalizzati a ridurre il rischio sismico e alla riqualificazione energetica), ovvero dell'85% se ne consegue il passaggio a due classi di rischio inferiori.

Strumenti studenti con Dsa

A favore degli studenti affetti da "disturbi specifici dell'apprendimento" (Dsa), la legge di bilancio inoltre ha introdotto una detrazione Irpef del 19% per le spese sostenute per l'acquisto di strumenti e sussidi tecnici e informatici necessari all'apprendimento nonché per l'uso di strumenti che favoriscono la comunicazione verbale e assicurano una gradualità di apprendimento delle lingue straniere.

La detrazione spetta fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado alle persone alle quali è stato diagnosticato uno dei disturbi specifici dell'apprendimento, sia che si tratti di minori che di maggiorenni e può essere usufruita anche per le spese sostenute nell'interesse dei familiari a carico.

Abbonamenti trasporto pubblico e erogazioni solidali

Tra le altre novità, prevista anche una detrazione Irpef del 19% per le spese sostenute per abbonamenti trasporto pubblico di importo non superiore a 250 euro (che spetta anche per le spese sostenute per i familiari fiscalmente a carico) nonché detrazioni più ricche per le erogazioni solidali (rispettivamente del 30% per quelle in favore di onlus e associazioni di promozione sociale e del 35% per quelle a favore di organizzazioni di volontariato).

(05/01/2019 - Redazione) Foto: agenziaentrate.gov.it

In evidenza oggi:
» In arrivo il decreto ingiuntivo senza giudice
» Foto minori sui social: la compagna di papà non può pubblicarle
» Lo statuto dei lavoratori
» Famiglia: i modelli per la redazione degli atti
» Privacy: le indicazioni del Garante per medici e strutture sanitarie
Newsletter f t in Rss