Sei in: Home » Articoli

Salvini: masturbazione in pubblico torni reato

Il ministro dell'interno annuncia di voler rimediare alla depenalizzazione del reato di atti osceni dopo la vicenda della provincia di Venezia
denuncia di uomo con cappuccio ignoto

di Redazione – "Masturbarsi in pubblico non è più reato, come deciso dal governo di centrosinistra nel 2015. Risultato: un 28enne albanese che si era esibito davanti a una ragazzina non avrà conseguenze penali ma solo una multa, come riportato dal 'Gazzettino' di Venezia pochi giorni fa". Lo afferma il ministro dell'interno e vicepremier Matteo Salvini annunciando una lettera al ministro della giustizia Alfonso Bonafede, per "cercare di rimediare: giù le mani dalle donne e dai bambini!". Il riferimento è alla depenalizzazione del reato di atti osceni e lo spunto viene dal caso di cronaca che arriva dalla provincia di Venezia che ha per protagonista un adulto che è stato multato per essersi masturbato di fronte ad una ragazzina.

"Masturbarsi in pubblico davanti a una minorenne – segue a ruota il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli - è l'anticamera della violenza sessuale completa, dello stupro. Il governo del Pd, che nel 2016 ha voluto depenalizzare gli atti osceni, evitando così una pena di tre anni a malati sessuali o depravati, ha di fatto lasciato liberi di colpire potenziali stupratori".

Atti osceni: di fronte a minori è ancora reato

Si ricorda che il reato di atti osceni in luogo pubblico, ex art. 527 del codice penale, è stato depenalizzato nel 2016 ed è punito soltanto con sanzioni amministrative e non con la pena della reclusione.

Oggi la norma dispone, infatti, che "Chiunque, in luogo pubblico o aperto o esposto al pubblico, compie atti osceni è soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria da euro 5.000 a euro 30.000".

La pena della reclusione rimane per alcune ipotesi più gravi come ad esempio gli atti osceni commessi "all'interno o nelle immediate vicinanze di luoghi abitualmente frequentati da minori e se da ciò deriva il pericolo che essi vi assistano".

Leggi anche:

- Cassazione: masturbarsi in pubblico non è più reato

- Il reato di atti osceni

(18/09/2018 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Manovra e decreto fiscale: le novità punto per punto
» Seggiolini salva bebé: legge in vigore dal 27 ottobre
» Multe e bollo auto: fino a mille euro debiti cancellati
» Giudici onorari minorili: ecco il bando, domande fino al 9 novembre
» Poste Italiane: 7.500 assunzioni nel 2019

Newsletter f g+ t in Rss