Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Pensioni: oggi è il giorno della quattordicesima

Il 2 luglio 2018 circa tre milioni e mezzo di pensionati riceverà la quattordicesima. Ecco a chi spetta il beneficio e a quanto ammonta
anziana che conta soldi della pensione

di Valeria Zeppilli - Oggi, lunedì 2 luglio 2018, è finalmente il giorno del pagamento della quattordicesima mensilità per i pensionati: la somma aggiuntiva entrerà nelle tasche di circa tre milioni e mezzo di italiani, insieme alla pensione di luglio.

Chi ha diritto alla quattordicesima

L'emolumento non spetta a tutti i pensionati, ma solo a coloro che hanno un'età maggiore o uguale a 64 anni e un reddito annuo non superiore a 13.192,92 euro. In presenza di questi requisiti, la quattordicesima è attribuita d'ufficio, senza bisogno di un'apposita domanda.

Chi compie 64 anni nel secondo semestre dell'anno riceverà la quattordicesima con la pensione di dicembre.

L'importo della quattordicesima

L'importo del beneficio varia a seconda della fascia reddituale in cui si colloca l'interessato.

Per i pensionati il cui reddito non supera 9.894,69 euro, l'importo della quattordicesima è di 437 euro, 546 euro o 655 euro a seconda che gli stessi possano vantare fino a 15 anni di contributi (18 nel settore pubblico), da 15 a 25 anni di contributi (da 18 a 28 nel settore pubblico) o più di 25 anni di contributi (28 nel settore pubblico).

I pensionati con reddito compreso tra tra 9.894,69 euro e 13.192,92 euro, invece, hanno diritto a una quattordicesima di importo pari a 336 euro, 420 euro o 504 euro a seconda che possano vantare fino a 15 anni di contributi (18 nel settore privato), da 15 a 25 anni di contributi (da 18 a 28 nel settore pubblico) o più di 25 anni di contributi (28 nel settore pubblico).

Leggi anche:

- Quattordicesima pensioni 2018: dal 2 luglio

- Pensioni: arriva la 14sima ma non per tutti

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed � dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche � Diritto del lavoro presso l'Universit� 'G. D'Annunzio' di Chieti � Pescara
(02/07/2018 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Successioni: dal 1° gennaio 2019 solo online
» Assegno mantenimento figli naturali: quale reato per chi non lo versa?
» Gratuito patrocinio: se il ricorso inammissibile addio compenso all'avvocato
» Bollette gas: dal 1 gennaio prescrizione ridotta a 2 anni
» Cane senza guinzaglio nel cortile del condominio: cosa si rischia

Newsletter f g+ t in Rss