Sei in: Home » Articoli

Stalking: arriva l'app per raccogliere le prove

Si chiama Mytutela, l'app italiana gratuita di sicurezza personale per raccogliere, in caso di molestie, bullismo o stalking, le prove di eventuali crimini
donna spaventata da uomo che fa stalking

di Gabriella Lax - Un aiuto per le vittime di stalking, di molestie e di bullismo per raccogliere le prove di eventuali crimini. Arriva "Mytutela", un'applicazione frutto del lavoro della MyTutela Srl, che crea una copia legalmente accettabile (ad esempio come prova in un dibattimento), di qualsiasi cosa possa passare sui telefonini: foto, messaggio audio e video, email e chat. Si tratta di un'app italiana gratuita di sicurezza personale, sviluppata da un ingegnere elettronico, da un tecnico informatico, entrambi consulenti di procure e tribunali, e da un'esperta di social network.

Come funziona MyTutela

Si scarica e si installa l'applicazione gratuita e, di seguito, si registra numero e indirizzo mail del soggetto che si vuole mettere sotto osservazione. Dunque l'elenco delle chiamate, dei messaggi, delle foto, delle mail e dei video ricevuti dal numero predefinito saranno archiviati e salvati, diventando incancellabili, costituendo prova in tribunale, dove potranno essere utilizzati. Infatti, una volta scaricati file dall'archivio in caso di denuncia o di processo, gli stessi avranno esatto valore dei file originali. L'applicazione inoltre consente di stampare dei report standard. La novitÓ Ŕ appunto che il materiale potrÓ essere utilizzato senza dover ricorrere a un perito informatico e a costose perizie tecniche.

Mytutela Srl, ideatrice dell'app Ŕ costituita dal presidente Marco Testi, ingegnere elettronico con master in cybercrime e informatica forense, consulente di diverse procure; dal Ceo Marco Calonzi consulente tecnico forense di numerose procure e tribunali in tutta Italia, esperto nel contrasto dei reati di violenza di genere e contro i minori di 18 anni e dalla vice presidente Susanna Testi, collaboratrice con un fondo di investimenti in startup innovative negli Stati Uniti.

L'app sarÓ disponibile su Android entro l'estate e sugli iPhone prima della fine dell'anno.

Vedi anche:
La guida completa sul reato di stalking
(26/05/2018 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Avvocati: cosa non va detto al collega per non rischiare una sanzione
» Telefonino alla guida: al vaglio il ritiro della patente
» Usura e restituzione degli interessi del mutuo
» Malattie professionali: quali sono riconosciute dall'Inail
» Fisco pignora 300mila euro: Codacons a rischio chiusura

Newsletter f g+ t in Rss