Sei in: Home » Articoli

Divorzio: carcere per chi non rispetta l'ordine di allontanamento dalla casa familiare

Con la modifica dell'art. 388 c.p. sono state estese le ipotesi in cui può configurarsi il reato di mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice
donna che caccia uomo di casa

di Valeria Zeppilli – Il reato di mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice, previsto e sanzionato dall'articolo 388 del codice penale, ha assunto di recente una nuova importante fisionomia.

Il decreto legislativo numero 21/2018 infatti, inserendo la modifica di tale norma tra i precetti in materia di tutela della persona, ha esteso le ipotesi in cui scatta la pena in essa prevista.

Nuove condotte sanzionate

Se prima, infatti, il reato si configurava esplicitamente, con riferimento alla famiglia, solo in caso di elusione dell'esecuzione di un provvedimento del giudice civile, concernente l'affidamento di minori o di altre persone incapaci, oggi il suo campo di applicazione è molto più vasto.

La nuova formulazione dell'articolo 388 c.p. prevede, infatti, l'espressa rilevanza penale del comportamento di chi elude "l'ordine di protezione previsto dall'articolo 342-ter del codice civile, ovvero un provvedimento di eguale contenuto assunto nel procedimento di separazione personale dei coniugi o nel procedimento di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio".

Pena e punibilità

In tutti tali casi, il colpevole rischia quindi di essere condannato alla pena della reclusione fino a tre anni o a quella della multa da 103 a 1.032 euro.

La procedibilità è a querela della persona offesa.

Leggi anche:

- Riforma penale: in vigore i nuovi reati

- Assegno di mantenimento: da oggi carcere e multa fino a mille euro per chi non paga


Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(10/04/2018 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Addio multa se nel verbale mancano indicazioni sul segnale di preavviso
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Il processo amministrativo
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Addio divorzio breve, arriva la mediazione

Newsletter f g+ t in Rss