Fisco: bonus mobili per chi cambia le finestre

Anche per la sostituzione degli infissi Ŕ prevista la possibilitÓ di usufruire del bonus mobili. Lo ha chiarito l'Agenzia delle Entrate
finestra aperta con paesaggio primaverile

di Gabriella Lax - Anche per la sostituzione degli infissi Ŕ prevista la possibilitÓ di usufruire del bonus mobili, oltre che della detrazione per recupero edilizio.

Anche gli infissi rientrano nel bonus mobili

Il cambiamento degli infissi esterni ossia la modifica del materiale o della tipologia delle finestre rientra nei casi previsti delle detrazioni. Lo ha precisato l'Agenzia delle Entrate nella propria rivista telematica FiscoOggi.

Ricordiamo che si potrÓ ripartire la detrazione del bonus mobili in 10 quote annuali di uguale importo, calcolate sull'importo massimo di 10mila euro (riferito complessivamente alle spese sostenute per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici).

Il limite riguarda la singola unitÓ immobiliare comprensiva delle pertinenze, o alla parte comune dell'edificio oggetto di ristrutturazione (in caso di lavori di lavori su pi¨ unitÓ immobiliari si avrÓ diritto a pi¨ di un bonus).

Possono beneficiare della detrazione gli stessi soggetti che fruiscono della detrazione con la maggiore aliquota e con il maggior limite di 96.000 euro di spese ammissibili; ossia le ristrutturazioni edilizie con spese sostenute dal 26 giugno 2012.

Bonus mobili per tutti gli arredi

Oltre agli infissi sono ricompresi nella categoria "mobili":letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi e apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione.

ValiditÓ del bonus mobili per gli infissi

Il bonus sarÓ valido "limitatamente agli interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati a decorrere dall'1 gennaio 2017 (articolo 16 comma 2, Dl 63/2013 modificato dall'articolo 1, comma 3, legge 205/2017)".

(28/03/2018 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Avvocati: cosa non va detto al collega per non rischiare una sanzione
» Telefonino alla guida: al vaglio il ritiro della patente
» Usura e restituzione degli interessi del mutuo
» Malattie professionali: quali sono riconosciute dall'Inail
» Fisco pignora 300mila euro: Codacons a rischio chiusura

Newsletter f g+ t in Rss