Sei in: Home » Articoli
 » Multe

Acquisti di merce "taroccata": multe fino a 7mila euro

In alcune circostanze peraltro oltre alla sanzione amministrativa per l'acquirente può scattare apposito illecito penale
vendita illegale di borse concetto ricettazione
di Lucia Izzo - La vendita di prodotti taroccati è un fenomeno diffuso, soprattutto in estate quando le località balneari più accattivanti pullulano di venditori, spesso stranieri, che propongono merce contraffatta, chiaramente ispirata ai modelli proposti dalle grandi marche e case di moda di cui viene riportato anche il marchio "tarocco".
Le bancarelle di prodotti falsi fanno grandi affari, un giro di vendite che fa dimenticare la crisi economica che colpisce molti onesti venditori: dal 1° luglio al 15 agosto si stima che le autorità abbiano sequestrato 12 milioni di prodotti contraffatti in tutta Italia.
Ma a rischiare non è solo il venditore di merce contraffatta, bensì anche chi acquista. Non solo, infatti, potrebbe configurarsi illecito penale ma, in ogni caso, anche se si rimane al di fuori del versante penalistico, l'acquirente può essere punito con una sanzione amministrativa, peraltro salata.

Acquisti di merce contraffatta quando è reato

Gli acquirenti di merce "taroccata" rischiano, laddove ne ricorrano i presupposti, anzitutto di essere incriminati per il reato di ricettazione: la fattispecie prevista dall'art. 648 c.p., infatti, si realizza laddove, al fine di procurare a sé o ad altri un profitto, si acquista merce proveniente da un qualsiasi delitto, ad esempio capi rubati, con la consapevolezza della provenienza delittuosa del bene (per approfondimenti: Acquisti in spiaggia: quali sanzioni?).

Acquisti di merce contraffatta: l'illecito amministrativo

Anche se si rimane fuori dal perimetro di questo illecito, tuttavia, l'acquisto della merce contraffatta non è del tutto privo di conseguenze: infatti, la legge 23 luglio 2009, n. 99 punisce con la sanzione amministrativa pecuniaria da 100 euro fino a 7.000 euro l'acquirente finale che acquista a qualsiasi titolo cose che, per la loro qualità o per la condizione di chi le offre o per l'entità del prezzo, inducano a ritenere che siano state violate le norme in materia di origine e provenienza dei prodotti e in materia di proprietà industriale (per approfondimenti: Spiagge: se acquisti dagli ambulanti multe fino a 7mila euro).

È quanto accaduto a un uomo, condannato inizialmente per ricettazione poiché beccato con l'auto carica di capi di abbigliamento contraffatti di noti marchi: la Cassazione, sentenza n. 12870/2016, ha tuttavia ritenuto che pur non ricorrendo nella specie il reato di ricettazione, l'uomo sarebbe comunque andato incontro alla sanzione amministrativa fino a 7mila euro (per approfondimenti: Comprare borse e abiti taroccati non è reato).

Infatti, in base al contesto normativo, interpretato anche dalle Sezioni Unite, l'acquirente finale rimane fuori dall'area di punibilità penale ex art. 648 c.p.: si tratta di "colui che non partecipa in alcun modo alla catena di produzione o di distribuzione e diffusione dei prodotti contraffatti, ma si limita ad acquistarli per uso personale", il quale risponderà del solo illecito amministrativo.
(28/08/2017 - Lucia Izzo) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Avvocati anti crisi: divorzi a 200 euro
» Cassazione: addio mantenimento se il figlio non cerca lavoro
» A che età si può andare in pensione: guida con tabelle semplificative
» Il falso ideologico
» Resto al Sud: 200mila euro da gennaio ai giovani


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF