Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Tar: l'avvocatura civica non va soppressa

Bocciata dal Tar Calabria la delibera del comune di Montalto Uffugo in provincia di Cosenza che prevedeva lo scioglimento dell'ufficio legale
mano che tiene una bilancia su un mappamondo

di Marina Crisafi - L'avvocatura civica non può essere soppressa a favore dell'affidamento della difesa dell'ente a legali esterni senza adeguate ragioni. È quanto ha deciso il Tar Calabria, con la recentissima sentenza n. 699/2017 (qui sotto allegata), accogliendo il ricorso della responsabile dell'avvocatura municipale di Montalto Uffugo (in provincia di Cosenza) con l'intervento ad adiuvandum dell'Unione Nazionale Avvocati Enti Pubblici avverso la delibera comunale che sopprimeva l'ufficio legale, prevedendo l'affidamento del contenzioso ad avvocati esterni.

La vicenda

Nello specifico, la ricorrente impugnava la delibera comunale con cui veniva soppressa l'avvocatura e, a far data dal prossimo 1 agosto, veniva istituito il nuovo servizio denominato "Gare ed appalti, consulenza legale, controllo società concessionaria del servizio di riscossione coattiva delle entrate e contenzioso tributario", con la funzione di redigere pareri legali, di trattare i ricorsi tributari e di operare il controllo sulla società concessionaria del servizio di riscossione coattiva delle entrate locali, mentre il contenzioso veniva affidato alla gestione di avvocati esterni.

Per il Tar l'avvocatura non va soppressa

Il Tar le dà ragione.

Ritenuto, infatti, che dalla motivazione degli atti impugnati, "non risultano comprensibili le ragioni per cui l'amministrazione abbia inteso escludere completamente la possibilità di una difesa interna dell'ente, né appare adeguatamente valutato l'impatto economico delle spese derivanti dalla necessità di affidare all'esterno tutto il contenzioso, presente e futuro", il giudice amministrativo ha accolto il ricorso e, per l'effetto, annullato la delibera impugnata.

Il plauso dell'Unaep

La sentenza del Tar è "di grande rilievo per gli avvocati della Pubblica Amministrazione - giacchè - dimostra ancora una volta l'importanza del ruolo ricoperto dalle avvocature civiche negli enti pubblici". Con queste parole, l'Unaep plaude alla decisione del giudice amministrativo, con una nota a firma del segretario nazionale, Antonella Trentini.

"Come Unaep siamo intervenuti nel contenzioso per rendere giustizia alla professionalità e al lavoro svolto dall'avvocato Carmelina Pugliese, responsabile dell'avvocatura di Montalto Uffugo – conclude la Trentini - e respingere al mittente ogni forma di ingerenza in quella che deve essere un'attività assolutamente priva di pressioni da parte degli amministratori locali".

Tar Calabria, sentenza n. 699/2017
(03/05/2017 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Divorzio: niente assegno alla ex che da separata conduce una vita dignitosa
» Avvocati: è necessario cancellarsi dall'albo per andare in pensione
» Tredicesima: a chi spettano i 154 euro in più?
» Il disconoscimento di paternità - guida con fac-simile
» La messa alla prova


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF