Cos'è una delibera, chi la emana, che natura ha e in cosa si differenzia dalla convenzione e dalla determina. Breve guida agli atti degli organi collegiali
uomo che mostra contratto per firma

di Valeria Zeppilli - La delibera, o deliberazione, è l'atto giuridico prodotto da un organo collegiale. Essa esprime la volontà della pluralità di persone ed è proprio a tale pluralità che è imputata e non ai singoli soggetti che la compongono.

Indice:

Delibera: i soggetti

[Torna su]

I soggetti che emanano le delibere sono sia pubblici che privati.

Ad esempio, si esprime attraverso una delibera la volontà del condominio, del consiglio comunale, del consiglio di amministrazione di una società e così via.

La natura della delibera

[Torna su]

Le delibere possono avere una natura differente a seconda dell'organo collegiale che le emana.

In particolare esse possono essere atti normativi, provvedimenti, atti endoprocedimentali, atti di diritto privato.

Differenza tra delibera e convenzione

[Torna su]

La circostanza che, come visto, la delibera è imputata alla pluralità di persone che compongono l'organo collegiale e non a ognuna di esse singolarmente vale a distinguere tale atto dalla convenzione. Quest'ultima, infatti, è imputata ai singoli soggetti che l'hanno conclusa.

Ma le differenze tra delibera e convenzione non si esauriscono in questa.

Infatti la delibera, per essere emanata, necessita generalmente del consenso di una parte soltanto della pluralità di soggetti che la emana, secondo le diverse maggioranze stabilite a seconda dei casi dalla legge. La conclusione di una convenzione, invece, necessita del consenso di tutte le parti che la sottoscrivono.

Le delibere nell'ordinamento amministrativo

[Torna su]

Fino a qualche anno fa le delibere caratterizzavano in maniera pressoché esclusiva l'ordinamento amministrativo, che esprimeva quasi sempre la propria volontà all'esterno attraverso tali atti.

Oggi, invece, le delibere sono esclusivamente lo strumento con il quale la PA esprime i propri indirizzi politico-amministrativi e, attraverso esse, sono approvati, ad esempio, i regolamenti o i bilanci dell'ente. Gli altri atti sono invece perlopiù determine, di competenza dei dirigenti.

Efficacia delibere comunali

[Torna su]

Con riferimento alle delibere comunali, che sono quelle di maggior interesse per i cittadini, va detto che le stesse diventano esecutive dopo il prescritto periodo di pubblicità, che prevede l'affissione di tali atti nell'albo pretorio per quindici giorni.

Alcune delibere, tuttavia, sono dichiarate immediatamente esecutive al momento in cui vengono approvate.

Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: