Sei in: Home » Articoli

Rotatorie: chi ha la precedenza e come si entra ed esce correttamente?

Il Ministero dei trasporti spiega nel dettaglio le regole della precedenza nelle rotatorie a una o più corsie
segnale di rotatoria
di Lucia Izzo - L'annosa questione delle rotatorie e del comportamento alla guida da adottare in prossimità di queste, soprattutto in tema di precedenze, è un cruccio di molti automobilisti

Ciò è enfatizzato dalla circostanza che le regole sulla precedenza nelle rotatorie non sono regolamentate da norme specifiche, quindi è sempre stato necessario ricavarne la relativa disciplina da disposizioni generali sulla circolazione stradale (per approfondimenti: La precedenza in rotatoria).

Tuttavia, una recente Circolare del Ministero dei Trasporti (qui sotto allegata), datata 22 marzo 2017, avente a oggetto "Procedure amministrative per il conseguimento della patente di guida della categoria B", provvede a dettare regole molto più chiare sulla materia.

La Direzione generale per la Motorizzazione approfitta del testo riepilogativo sull'esame per conseguire la patente per fornire istruzioni sul comportamento che i candidati all'esame di guida, e dunque tutti gli automobilisti, devono adottare nel percorrere la rotatoria.

Il documento chiarisce che l'atteggiamento dell'automobilista innanzi alla rotatoria non è univoco, ma deve adattarsi alle circostanze del caso concreto e, precisamente, alla presenza di una o più corsie di marcia in rotatoria e dalla strada dalla quale le si imbocca, oltre alle situazioni del traffico.

La Circolare rammenta che la rotatoria è comunque un'intersezione e le uscite dal carosello posso essere considerate analogamente a delle svolte. Approssimandosi alla rotatoria, l'automobilista deve moderare la velocità e controllare il comportamento degli altri conducenti, predisponendosi a dare la precedenza ad altri veicoli ove necessario.

Ancora, in mancanza di specifico segnale di "DARE PRECEDENZA", solitamente apposto in corrispondenza delle immissioni nella rotatoria, vige il principio dell'art. 145, comma 2, del codice della strada ossia che "Quando due veicoli stanno per impegnare una intersezione, ovvero laddove le loro traiettorie stiano comunque per intersecarsi, si ha l'obbligo di dare la precedenza a chi proviene da destra, salvo diversa segnalazione", quindi, in tal caso ha la precedenza chi si immette nella rotatoria.

Sono due i casi indicati dal Ministero relativamente al comportamento da tenere quando si affronta una intersezione con circolazione rotatoria (più comunemente chiamata "rotatoria").

Rotatoria e strada di accesso a una sola corsia

Nel caso di rotatoria a una sola corsia e strada d'accesso a una sola corsia per senso di marcia, il conducente è tenuto a immettersi nella rotatoria restando in prossimità del margine destro; nella manovra di immissione nella rotatoria non è necessario che egli azioni l'indicatore di direzione sinistro, ma dovrà azionare l'indicatore di direzione destro nel caso intenda imboccare la prima uscita sulla destra.

Se, invece, il conducente non deve prendere la prima uscita, non è necessario attivare l'indicatore di direzione quando si accede all'anello, mentre dovrà azionare quelli di destra con idoneo anticipo rispetto al momento in cui imboccherà il braccio di uscita prescelto, in pratica, ciò deve avvenire subito dopo aver superato il braccio d'uscita precedente a quello che dovrà imboccare.

Rotatoria e strada d'accesso a due o più corsie per senso di marcia

Il secondo caso si manifesta quando la rotatoria sia a due o più corsie e anche la strada d'accesso presenti due o più corsie per senso di marcia.

Se l'automobilista ha intenzione di uscire sul lato destro dell'anello (rispetto all'asse di simmetria della rotatoria), dovrà mantenersi in prossimità del margine destro della carreggiata di accesso e circolare nell'anello sulla corsia di destra.

Il conducente che deve uscire al primo braccio azionerà, già dalle prossimità dell'anello, l'indicatore di direzione destro; se, invece, intende uscire a una delle uscite di destra successive alla prima, azionerà l'indicatore di direzione destro successivamente all'ingresso nell'anello, con anticipo rispetto al momento in cui imboccherà il braccio di uscita prescelto.

Sempre nel caso di rotatoria a due o più corsie e strada d'accesso con due o più corsie per senso di marcia, sono previste alcune sottocategorie, ad esempio laddove l'automobilista voglia, rispetto all'asse di simmetria della rotatoria, proseguire diritto.

In tal caso, in assenza di traffico, dovrà mantenere la corsia di destra (sia nel ramo di ingresso che all'interno dell'anello) e non utilizzare gli indicatori di direzione, salvo quelli di destra in prossimità dell'uscita prescelta. 

Invece, in caso di traffico intenso, potrà scegliere una qualsiasi corsia libera per immettersi nella rotatoria, continuando a mantenere la stessa posizione all'interno dell'anello (comportamento assimilabile alla marcia per file parallele).

Anche in tal caso, prima di uscire dalla rotatoria, sarà necessario spostarsi sulla corsia di destra con conveniente anticipo, azionando preventivamente l'indicatore di direzione destro e verificando di non tagliare la strada ad altri veicoli sull'anello.

Se il traffico sia intenso all'interno dell'anello e vi siano altri conducenti che effettuano le medesime scelte di percorso, il guidatore dovrà mantenere la stessa corsia sia in ingresso che nella percorrenza della rotatoria, azionando l'indicatore di direzione destro con idoneo anticipo rispetto all'uscita.

Se, invece, il guidatore voglia uscire sul lato sinistro dell'anello (rispetto all'asse di simmetria della rotatoria), dovrà avvicinarsi alla rotatoria come se si trattasse di una svolta a sinistra, cioè portandosi nella corsia di sinistra della strada di accesso.

Nell'immettersi nella rotatoria dovrà attivare l'indicatore di direzione sinistro e circolare nell'anello nella corsia di sinistra, sempre mantenendo in funzione l'indicatore di direzione sinistro. Anche in tal caso, prima di imboccare l'uscita, dovrà segnalare con l'indicatore destro e con conveniente anticipo, lo spostamento sulla corsia di destra, verificando di non tagliare la strada ad altri veicoli.

Qualora sul ramo di accesso e nell'anello vi sia intenso traffico e non sia possibile occupare la corsia di sinistra, il guidatore (anche se deve svoltare in un ramo di sinistra) resterà sulla corsia di destra.

Circolare Ministero dei Trasporti n. 6935/2017
(03/04/2017 - Lucia Izzo) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» Il mobbing - guida con raccolta di articoli e sentenze
» Curriculum vitae europeo: guida, fac-simile e consigli pratici
» Equitalia: nulle le cartelle esattoriali a mezzo pec col pdf
» Il permesso di soggiorno
» Avvocati: acquisto strumenti informatici al 50%
In evidenza oggi
Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pecOpposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non pagaAvvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF