Tre le ipotesi del Governo ma tutte nel segno di un drastico ridimensionamento dell'uso dei buoni lavoro
ragazza che mostra forbice evoca taglio lavoro accessorio voucher

di Marina Crisafi - Voucher lavoro verso un taglio netto. Sarebbero tre, secondo quanto riporta Adnkronos, in vista dell'incontro previsto per domani a Palazzo Chigi, le ipotesi allo studio del Governo ma tutte nel segno di un drastico ridimensionamento dell'uso dei buoni lavoro.

La prima delle proposte sul tavolo dell'esecutivo è quella di limitare i voucher all'uso occasionale di famiglie e imprese senza dipendenti (come gli artigiani ad esempio). La seconda sarebbe quella di ridurne fortemente l'utilizzo, allentando in compenso i vincoli del lavoro a chiamata, con un'estensione a tutte le fasce d'età e l'abolizione del divieto per i lavoratori tra i 25 e i 50 anni. La terza ipotesi, infine, segnerebbe il ritorno alla legge Biagi, come contemplato dalla proposta Damiano.

Tutte le opzioni, in ogni caso, limitano fortemente l'uso dei voucher rispetto alle attuali disposizioni: una risposta dell'esecutivo per sciogliere il nodo politico formatosi a seguito del referendum proposto dalla Cgil.


Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: