Sei in: Home » Articoli

Canone Rai: si può pagare a rate

I chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate per chi deve pagare il canone Tv con F24 entro il 31 gennaio
fare zapping mentre si guarda tv

di Marina Crisafi – Per chi paga il canone Rai con l'F24 è possibile rateizzare. Lo ha annunciato in questi giorni l'Agenzia delle Entrate sulla propria pagina Facebook. I contribuenti che rientrano tra coloro che devono pagare l'imposta tv tramite il modello F24, possono decidere, si legge nel post, di pagare l'intero importo, ovvero di suddividere il pagamento in due rate semestrali o in quattro trimestrali.

Nel primo caso, il pagamento andrà effettuato integralmente (ossia di 90 euro) entro il 31 gennaio 2017; nel secondo, l'importo sarà suddiviso in due rate da 45,94 euro (per un totale di 91,88) con scadenza 31 gennaio e 31 luglio 2017; nel terzo, infine, l'importo sarà di 23,93 euro per quattro rate, con scadenza, rispettivamente, 31 gennaio, 30 aprile, 31 luglio e 31 ottobre 2017 (per un totale di 95,72 euro).

In ogni caso, gli esempi di rateizzazione (e i relativi importi) sono contenuti nella circolare n. 45/E/2016 dell'Agenzia delle Entrate (qui sotto allegata).

Com'è evidente dagli importi sopraindicati, il contribuente che rateizza pagherà una somma maggiore, dovendosi fare carico degli oneri tributari pari a un venticinquesimo dell'importo addebitato (cfr. d. lgs. n. 1542/1947).

Chi paga con F24 e quando

A pagare tramite F24 sono cinque tipologie di contribuenti (per gli altri, fatte salve le eccezioni previste, il pagamento del canone, si ricorda, avviene direttamente in bolletta).

La prima riguarda i cittadini con fornitura elettrica non interconnessa con la rete di trasmissione nazionale; la seconda concerne i residenti all'estero che hanno casa (con televisore) in Italia; la terza riguarda i membri delle famiglie anagrafiche in cui nessuno è titolare di un contratto elettrico domestico residenziale ma detentori di apparecchio tv; la quarta, coloro che abitano in affitto ma la bolletta elettrica è intestata al proprietario di casa; la quinta, infine, concerne la categoria di contribuenti che, pur soggetti al pagamento del canone Rai in bolletta, non lo hanno ricevuto.

La scadenza per gli abbonati è il 31 gennaio e il codice tributo da indicare è TVRI. Per i nuovi abbonati, ricorda, infine, l'agenzia, il canone è dovuto dal mese in cui si detiene la tv e il codice tributo da utilizzare è TVNA.

Circolare 45/E/2016 Agenzia delle Entrate
(24/01/2017 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Multa: possibile l'annullamento in autotutela?
» Divorzio: niente assegno alla ex che da separata conduce una vita dignitosa
» Tredicesima: a chi spettano i 154 euro in più?
» Il disconoscimento di paternità - guida con fac-simile
» La messa alla prova


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF