Sei in: Home » Articoli

Quest'anno niente accertamenti ad agosto. Anche il fisco va in ferie

In arrivo la moratoria sugli avvisi e altre semplificazioni. Lo annuncia oggi il viceministro Casero
cartello con scritto chiuso per ferie

di Marina Crisafi - "Il nostro sistema fiscale è complicatissimo, non è certo, e questo porta ad avere l'evasione più alta rispetto ad altri paesi europei". Ad affermarlo è il viceministro all'Economia Luigi Casero, intervenendo ad un incontro oggi alla guardia di finanza. A tal fine, entro pochi giorni arriverà il secondo decreto semplificazioni, ha confermato Casero, "per semplificare il rapporto tra contribuenti e fisco" e dare norme più certe "in modo che chi fa operazioni per non pagare le tasse non stia nella zona grigia ma in quella nera".

Tra le misure in arrivo, c'è la già annunciata moratoria estiva sugli avvisi che arrivano "quando la gente è in vacanza".

Il progetto cui sta lavorando il Governo e che presto quindi dovrebbe diventare realtà è quello di concedere un mese in più per rispondere agli avvisi recapitati durante il mese di agosto.

In pratica, se i contribuenti riceveranno una comunicazione, un avviso, o una richiesta di documentazione da parte delle Entrate nel mese di luglio, avranno 30 giorni in più di tempo, vale a dire fino a settembre, per fornire chiarimenti e/o ottemperare alla richiesta.

Non si tratta comunque dell'unica novità. Nell'ambito del nutrito pacchetto di semplificazioni in arrivo (tramite il decreto legge finanza per la crescita o un decreto correttivo della delega fiscale) troveranno posto anche: l'eliminazione di varie comunicazioni o adempimenti, come quelle da inviare alle Entrate sui dati già in possesso dell'Agenzia (ad esempio, la scelta del regime forfettario per gli affitti, la comunicazione beni ai soci e quella sulle operazioni black list, ecc.); la soppressione del modello 770 per i sostituti d'imposta (o il debutto di un 770 precompilato dall'Agenzia); il ritorno all'F24 cartaceo con saldo superiore ai mille euro per i non titolari di partite Iva, ecc.

(12/05/2016 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» La responsabilità oggettiva
» Il reato di ricettazione
» Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
» L'accollo
» Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
In evidenza oggi
Responsabilità medica: la prova del danno spetta al pazienteResponsabilità medica: la prova del danno spetta al paziente
Gratuito patrocinio: il tribunale non può pagare gli avvocatiGratuito patrocinio: il tribunale non può pagare gli avvocati

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF