Sei in: Home » Articoli
 » Condominio

Rumori: non c'è disturbo della quiete pubblica se a lamentarsi è un solo condomino

Per la Cassazione affinché possa ritenersi integrato il reato di cui all'art. 659 c.p. è necessario che il frastuono disturbi una pluralità di persone
genitori adolescente figli maggiorenni hops figlia padre
di Valeria Zeppilli – C'è una norma del codice penale che punisce chiunque disturbi in vario modo le occupazioni o il riposo delle persone: si tratta dell'articolo 659.

Proprio con riferimento a tale norma, la Corte di Cassazione ha recentemente precisato che, affinché la relativa fattispecie criminosa possa ritenersi integrata, è fondamentale che il frastuono si propaghi in maniera tale da disturbare una pluralità di persone e non un solo soggetto.

Ciò indipendentemente dal livello dei rumori e dal superamento del limite normale di tollerabilità.

Ad averlo chiarito, più nel dettaglio, è la sentenza numero 49983/2015, depositata il 18 dicembre (qui sotto allegata).

Nel caso di specie, la ricorrente era stata condannata dal Tribunale di Catania per il reato in questione, in ragione della sua abitudine a trascinare mobili e sbattere energicamente i tappeti sulle ringhiere dei balconi, cagionando così forti rumori.

A lamentarsene, però, era un solo condomino. E proprio per tale circostanza la Cassazione ha deciso di accogliere le doglianze della donna e, con esse, il ricorso dalla stessa presentato.

Infatti, ricordano i giudici, il soggetto passivo del reato di cui all'articolo 659 c.p. deve necessariamente coincidere con una pluralità di persone.

Del resto il bene giuridico protetto dalla norma non è di certo la tranquillità di un singolo soggetto ma va ravvisato, più in generale, nella quiete pubblica.

Oltretutto, se, come nel caso di specie, i rumori si propagano all'interno di un condominio, il fastidio non può riguardare esclusivamente gli abitanti degli appartamenti situati sopra o sotto quello dal quale essi provengano.

È piuttosto necessario che il disturbo si estenda a una parte più consistente di condomini.

La sentenza di condanna del Tribunale di Catania deve insomma essere annullata.

Vedi anche la guida: Immissioni di rumore. Come tutelarsi contro le immissioni di rumori molesti

Qui di seguito alcuni precedenti articoli e sentenze in materia di immissioni di rumore
» Condominio: la lavatrice è rumorosa e disturba ogni giorno? Nessun risarcimento per i vicini - Marina Crisafi - 30/10/15
» Cassazione: night club troppo rumoroso? Non è solo illecito amministrativo. E' reato - Marina Crisafi - 21/09/15
» Il bar sotto casa è troppo rumoroso? La sanzione è solo quella amministrativa - Valeria Zeppilli - 19/08/15
» Condizionatore rumoroso? Va risarcito il danno esistenziale e il danno alla salute ma per quest'ultimo serve documentazione medica - N.R. - 21/06/15
» Cassazione: Commette reato il gestore del pub che non caccia i clienti rumorosi - N.R. - 07/04/15
» Immissioni di rumore: Cassazione, basta dimostrare il superamento del limite della normale tollerabilità per ottenere il risarcimento del danno - Licia Albertazzi - 03/11/14
» Il conduttore può recedere dal contratto se ci sono rumori - Marina Crisafi - 16/08/14
» Cassazione: L'inquilino può recedere dal contratto di locazione se il cane del vicino è troppo rumoroso - A.V. - 04/06/14
» Condominio: Cassazione, rumori molesti, quando si può chiedere il risarcimento del danno non patrimoniale? - Licia Albertazzi - 27/04/14
» Tollerabilità delle immissioni di rumore. Cassazione: indennizzo e prosecuzione o inibizione e risarcimento del danno? - Licia Albertazzi - 14/04/14
» Immissioni intollerabili di fumo, rumore e odori: diritto del proprietario alla cessazione e al risarcimento danni. - Avv. Silvia Delcuratolo - 12/04/14
Corte di cassazione testo sentenza numero 49983/2015
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(22/12/2015 - Valeria Zeppilli)
Le più lette:
» Il mobbing - guida con raccolta di articoli e sentenze
» Preavviso di licenziamento e dimissioni: durata, conseguenze e fac-simile
» Curriculum vitae: guida alla redazione con fac-simile
» Processo civile telematico: attenzione a come si deposita la sentenza impugnata in Cassazione!
» Equo compenso per tutti: avvocati e professionisti
In evidenza oggi
Udienza celebrata in anticipo senza l'avvocato? Il giudizio è illegittimoUdienza celebrata in anticipo senza l'avvocato? Il giudizio è illegittimo
Addio riparazione per lo stalkingAddio riparazione per lo stalking

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF