Sei in: Home » Articoli

Matrimonio Gay: ancora novitÓ in diversi paesi

omosessuali
NovitÓ in materia di unioni civili tra omosessuali. In Argentina la Camera dei deputati ha approvato la legge sulle unioni civili tra persone dello stesso sesso mentre la Danimarca ha dato il il via libera alladozione per le coppie gay, ma solo se sposate. Sono ormai diversi i paesi occidentali che riconoscono matrimoni o unioni civili tra persone dello stesso sesso. Manca per˛ l'Italia. Ecco una scheda aggiornata di cosa accade nei diversi paesi:

OLANDA: E' il primo paese che sin dal 2001 ha consentito i matrimoni gay equiparandoli in tutto e per tutto ai matrimoni eterosessuali. La legge olandese riconosce alle coppie gay che convivono da almeno tre anni anche il diritto di adottare bambini, purche' olandesi.

BELGIO: nel 2003 vengono autorizzati i matrimoni gay e il Belgio diventa il secondo Paese dell'Unione Europea a consentire il matrimonio tra partner dello stesso sesso.

PORTOGALLO: e' di pochi giorni fa il via libera della Corte Costituzionale portoghese alla legge che consente i matrimoni gay. La legge era stata approvata lo scorso febbraio dal Parlamento.

SPAGNA:
risale al 2005 la legge che permette matrimonio e adozione a coppie gay.

GERMANIA: La legge sulle unioni omosessuali risale al 2000 e consente alle coppie dello stesso sesso di farsi registrare ufficialmente presso il municipio, di portare un cognome comune e di avere diritti ereditari sul partner.
Nel 2004 il parlamento di Berlino adotta una serie di regole a tutela delle unioni civili tra persone dello stesso sesso con la possibilitÓ di adottare figli di precedenti matrimoni o nati attraverso il metodo dell'inseminazione artificiale.

FRANCIA:
il 13 ottobre 1999 viene approvato il Pacs (Patto civile di solidarieta') che prevede anche norme fiscali per presentare una denuncia dei redditi in comune, facilitazioni per mantenere l'appartamento in affitto in caso di morte dell'intestatario, sconti sulla tassa di successione, congedi in caso di eventi gravi al partner, facilitazioni per la previdenza sociale. E' disciplinata anche la fine del rapporto.

GRAN BRETAGNA:
nel 2004 la Germani approva un alegge che riconosce alle coppie gay gli stessi diritti di quelle sposate. Si tratta del Civil Partnership Bill.

PAESI SCANDINAVI:
GiÓ in precedenza, nel 1989 la Danimarca aveva riconosciuto le unioni degli omosessuali riconoscendo loro il diritto di ufficializzare il rapporto. Ieri un tribunale ha riconosciuto anche il diritto di adozione per le coppie gay registrate. I matrimoni gay sono riconosciuti anche in Norvegia, Islanda, Finlandia e Svezia.

USA: Negli Stati Uniti i matrimoni gay sono riconosciuti in 5 stati (Iowa, Connecticut, New Hampshire, Massachusetts e Vermont). Dal mese scorso si Ŕ aggiunto anche il distretto federale di Washington. In California i matrimoni gay si sono celebrati solo per un breve periodo del 2008 perchŔ una sentenza della Corte Suprema dello stato ha bloccato le unioni civili dichiarandole una violazione della costituzione dello stato. Restano valide le migliaia di unioni strette prima della sentenza.

(Autore della foto: Danilo Vittoriano)
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(05/05/2010 - Roberto Cataldi)
Le pi¨ lette:
» Avvocati: redditi sempre pi¨ bassi, Ŕ allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
» Trenitalia: treni "nascosti" per fare acquistare i viaggi pi¨ cari, Antitrust apre istruttoria
» Cassazione: la clausola claims made non Ŕ vessatoria
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF