Sei in: Home » Articoli

Agenzia Entrate: IVA alla cassa per le imprese con volume d'affari non superiore a 200 mila euro

L'Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 20/E del 30 aprile scorso, ha chiarito le modalità applicative della norma contenuta nel Decreto anticrisi che ha previsto, per le imprese con volume d'affari non superiore a 200 mila euro, a partire dal 28 aprile, la facoltà di non anticipare all'erario il versamento dell'IVA ma posticiparlo al momento dell'effettivo incasso, con conseguenti vantaggi sotto il profilo finanziario. La cd. imposta alla cassa è stata adottata al fine di far fronte agli effetti negativi della crisi economica globale che si riversano soprattutto sulle piccole e medie imprese.
L'Agenzia ha quindi chiarito che il pagamento differito dell'IVA è calcolato su ogni singola operazione e deve essere esplicitato nella fattura, che dovrà riportare la dicitura ‘operazione con imposta ad esigibilità differita'. Il Decreto ministeriale 26 marzo 2009 prevede che possono emettere fatture con Iva differita i soggetti che nell'anno solare precedente abbiano realizzato (o, in caso di inizio di attività, prevedano di realizzare nell'anno in corso) un volume d'affari non superiore a 200mila euro. L'efficacia della disciplina in esame è subordinata alla preventiva autorizzazione comunitaria prevista dalla Direttiva 2006/112/CE del Consiglio del 28 novembre 2006. Tuttavia, a tale riguardo, la Commissione europea ha chiarito che è già consentito agli Stati membri di stabilire, per talune categorie di soggetti o di operazioni, che l'imposta diventi esigibile non oltre il momento dell'incasso del prezzo.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(09/05/2009 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
» Trenitalia: treni "nascosti" per fare acquistare i viaggi più cari, Antitrust apre istruttoria
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF