Sei in: Home » Articoli

Finanziaria 2007: le novità in tema di lavoro

E' prevista la possibilità di regolarizzare rapporti di lavoro non risultanti da scritture o da altra documentazione obbligatoria (lavoratori in nero). A tal fine, i datori di lavoro possono presentare, nelle sedi dell' I.N.P.S. territorialmente competenti, entro il 30 settembre 2007, apposita istanza. I datori di lavoro devono propedeuticamente, sottoscrivere un accordo aziendale ovvero territoriale finalizzato alla regolarizzazione del rapporti di lavoro irregolari comunque non anteriore ai 5 anni precedenti alla data di presentazione dell'istanza.
Per la sistemazione delle partite contributive e assicurative relative ai rapporti di lavoro oggetto di regolarizzazione, il datore di lavoro deve versare una somma pari a 2/3 di quanto pro-tempore dovuto per i rapporti irregolari. 1/5 dell'importo complessivo deve essere versato all'atto dell'istanza; la parte restante, in 60 rate mensili senza interessi. Nessun onere contributivo è previsto a carico dei lavoratori per questa regolarizzazione. Il versamento della somma dovuta dal datore di lavoro determina l'estinzione dei reati previsti da leggi speciali in materia diversamente de contributi e premi nonché di obbligazioni per sanzioni amministrative e per ogni altro onere accessorio connesso alla denuncia e il versamento dei contributi e dei premi. Nei confronti dei datori di lavoro che presentano l'istanza di regolarizzazione sono sospese, per la durata di un anno a decorre dalla data di presentazione le eventuali ispezioni e verifiche da parte degli organi di controllo e vigilanza. Ad eccezione delle ipotesi di dimissioni o di licenziamento per giusta causa, i lavoratori interessati da questa procedura, devono essere mantenuti in servizio per un periodo non inferiore a 24 mesi dalla data di regolarizzazione del rapporto di lavoro. (Rag. David Lotti - www.gsgconsultants.it)
(Articolo del rag. David Lotti)
(08/04/2007 - Laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

Le più lette:
» Avvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticanti
» Autovelox e tutor: al via le nuove regole
» Come si redige il ricorso per Cassazione? La "road map" in una sentenza della Suprema Corte
» Conversione del pignoramento: la duplice ratio dell'art. 495 Cpc
» Diritti d'autore: pagare la Siae non basta, Soundreef ottiene decreto ingiuntivo per concerto Fedez
In evidenza oggi
Addio compenso per l'avvocato poco accortoAddio compenso per l'avvocato poco accorto
Vietare alla moglie di truccarsi integra il reato di maltrattamenti in famigliaVietare alla moglie di truccarsi integra il reato di maltrattamenti in famiglia
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF