Canone Rai incluso nella bolletta elettrica? Non con questa legge di stabilità. Probabilmente si farà un Decreto Legge

La dichiarazione del sottosegretario allo Sviluppo Economico aveva già suscitato il disappunto dei consumatori ma si trattava soltanto di un falso allarme. Almeno per ora.
Il CANONE Rai si pagherà nella bolletta elettrica già ad anno nuovo? Probabilmente no. 
La dichiarazione odierna del sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonello Giacomelli aveva già suscitato il disappunto dei consumatori ma, a quanto pare, si trattava soltanto di un falso allarme. Almeno per ora. 
Stamane ai microfoni di Radio 24, il sottosegretario, dichiarando che il CANONE del servizio radiotelevisivo pubblico sarebbe stato incluso nella bolletta dell'enegia elettrica al fine di contenere i mancati pagamenti, aveva paventato la possibilità di inserire un emendamento all'approvanda legge di stabilità in tal senso, per rendere effettivo il nuovo regime di pagamento a PARTIRE da gennaio 2015

Tuttavia, ad oggi, tale emendamento non è ancora stato formalmente proposto, nè tantomeno formulato, ed appare pertanto improbabile che possa essere inserito nella legge di stabilità, per il cui contenuto le forze politiche sono ancora in contrasto. 

Le più realistiche considerazioni sui tempi tecnici hanno comportato, quindi, già nel tardo pomeriggio, una smentita ad opera di Palazzo Chigi: per il momento la bolletta non comprenderà il canone Rai
Semplificare e ridurre il canone Rai è una scelta strategica ma non sarà fatta con questa legge di stabilità.

Verosimilmente, la rimodulazione del pagamento del canone verrà prossimamente attuata per mezzo di un decreto legge: l'importo sarà ridotto rispetto a quello attuale, dovrà essere comunque corrisposto da chi ha sottoscritto un contratto di fornitura di energia elettrica, non si pagherà sulla seconda casa e non comporterà costi aggiuntivi per le imprese. Rispetto alle tempistiche e alle effettive modalità di semplificazione del pagamento del canone, attualmente, l'unica certezza sembra essere quella che, contrariamente a quanto affermato dal sottosegretario, non vi sarà l'inclusione del canone Rai in bolletta.

L'idea di unificare canone RAI e bolletta elettrica, con tutti i suoi pro e i suoi contro, nasce dalla necessità di recuperare quanto non versato dagli evasori (una cifra che sarebbe PARI a circa 600 milioni di euro, tra le più alte in Europa): la soluzione prospettata, infatti, centrata sulla considerazione che far pagare la tassa sulla BASE del possesso di un televisore è ormai decisamente anacronistico, punta ad ampliare il numero dei contribuenti abbassando l'importo da pagare, che dovrebbe essere compreso tra i 60 e i 90 euro, in proporzione al reddito dichiarato. Contrari a questa soluzione si sono dichiarati sia il Movimento 5 Stelle che il Nuovo Centro Destra.
(25/11/2014 - C.G.)
Le più lette:
» Avvocati: cassazionisti senza esami per tutti gli iscritti ante riforma
» Avvocati: albi online senza segreti
» Tribunale di Fermo: inammissibili i capitoli di prova se contengono le parole "vero che". Tu cosa pensi?
» Padre immaturo? Il figlio va con la madre
» Affitto: la cauzione va restituita anche in caso di danni
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF