Sei in: Home » Articoli

Lavoratori: niente Cigs, mobilitą o disoccupazione se il reinserimento viene rifiutato

Il lavoratore in Cigs, disoccupazione o mobilitą che si oppone alla procedura di reinserimento lavorativo perde il diritto alla prestazione erogata dall'Inps secondo il dettato della legge n° 127/2006. L'istituto, in applicazione della norma richiamata ut supra ha pubblicato la circolare 39 del 15.2.2007 ricordando le deroghe che si applicano per la corretta interpretazione della norma che riconduce (anche) ad un maggiore senso di responsabilitą (forzato) del lavoratore chiamato a svolgere determinati incarichi dalla procedura di reintegro professionale o, quantomeno all'interno di una pianificazione di adeguamento formativo.
E' questo il nuovo principio generale conseguente all'abrogazione (in parte) della previgente disciplina in tema di decadenza dei trattamenti previdenziali a suo tempo introdotti dalla legge 468/1997 e dalla legge 223/1991. (Giovanni Dami)
Inps, Circolare 15.2.2007 n° 39 - Giovanni Dami
(16/03/2007 - Laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

In evidenza oggi:
» Avvocati e gratuito patrocinio: compensi pił equi
» Voucher lavoro: cosa cambia dopo il decreto dignitą
» La diffida ad adempiere
» Malattie professionali: quali sono riconosciute dall'Inail
» Fisco pignora 300mila euro: Codacons a rischio chiusura

Newsletter f g+ t in Rss