E' ''ingiustificata'' l'assenza dal lavoro per lo sciopero dei mezzi. Lo afferma la Corte di Cassazione che sottolinea come la mancanza dei mezzi di trasporto per protesta ''non costituisce legittimo impedimento laddove sia possibile fronteggiarla, con opportuna e fattiva opera di prudenziale anticipazione, nel tempo in cui lo sciopero non e' operativo''. Applicando questo principio, la Sesta sezione penale ha respinto il ricorso presentato da due ricorrenti di Trento, Riccardo e Roberto P., condannati defintivamente ad una multa ''per avere esercitato abusivamente la professione di maestri di snowboard''. Gli imputati, in Cassazione hanno lamentato il fatto che la condanna in corte d'appello, il 24 ottobre 2003, era arrivata nonostante ''l'impedimento del difensore di fiducia, che da Milano avrebbe dovuto raggiungere Trento, a comparire in udienza, per lo sciopero in corso dei mezzi pubblici''.
Condividi
Feedback

(13/08/2005 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Pochi spiccioli di reddito di cittadinanza? Niente bonus coronavirus!
» Coronavirus: proroga misure fino al 13 aprile