Sei in: Home » Articoli

Legge sui Terreni Agricoli Ungheresi - Proprietá del Fondo Nazionale

terreni campagna

Il nostro tema riguarda la nuova legislazione sull'acquisto ed affitto di terreni agricoli in Ungheria ed include anche i dubbi, nonche i rimedi e soluzioni possibili suggeriti da parte dell'autore del presente articolo, l'avvocato Levente Lajos – www.studiolegale.hu

Vendita e affitto di terreni nella proprietà del Fondo Nazionale di Terreni Agricoli (4)

Secondo la nuova Legge sul Commercio dei boschi e dei terreni agricoli, nel caso dei terreni nella proprietà del Fondo Nazionale dei Terreni Agricoli, la legge deve essere applicata con le variazioni definite nelle leggi relative al Fondo. La legge 2010/LXXXVII regola il Fondo Nazionale di Terreni e il decreto gov. 262/2010 definisce le regole dettagliate dell'utilizzo dei terreni appartenenti al Fondo Nazionale di Terreni.

Secondo il decreto governale, l'utilizzo può essere la vendita, l'affitto e la gestione di patrimonio. Dal punto di vista degli stranieri l'affitto dei terreni statali è l'aspetto più importante.


L'utilizzo dei terreni statali avviene tramite concorso pubblico. Normalmente il concorso viene effettuato in un grado. Il Fondo Nazionale di Terreni (NFA) iscrive un concorso in cui definisce le condizioni. Il Consiglio di valutazione formato dai dipendenti della NFA e consulenti esterni emette la sua opinione valutando le offerte, in base alla loro proposta il Presidente del Fondo Nazionale di Terreni decide chi ha vinto il tender. Il contratto deve essere stipulato con il vincitore.


Nel caso dei terreni che valgono oltre a 100 milioni fiorini il concorso, tranne la procedura normale può avvenire in due gradi: nel primo turno, il Consiglio della Politica Aziendale valuta i partecipanti del tender dal punto di vista di qualifiche, capacità d'adempimento, idoneità e affidabilità finanziaria (valutazione preliminare). Il Consiglio definisce chi saranno gli offerenti che possono partecipare nel secondo turno del tender.

Il cambiamento più grave allo sfavore degli affittuari dei terreni statali è che il diritto di prelazione riguardo agli affitti, a favore degli affittuari precedenti è stato eliminato.


La prima versione del decreto governale fino il 8 marzo 2011 rispettava sia il diritto di prelazione per il caso di vendita, sia il diritto di prelazione riguardo all'affitto. (Nel paragrafo 27 erano definite le condizioni della prelazione per la vendita e per l'affitto.) La versione recente del paragrafo 27 in vigore dal 01.09.2011 riconosce solamente la prelazione riguardo alla vendita, ma il testo che riguardava la prelazione d'affitto è stato eliminato. Attualmente gli affittuari non hanno il diritto di prelazione riguardo all'affitto nel caso in cui si  termini il loro contratto d'affitto e la NFA iscrive un nuovo tender per dare in affitto gli stessi terreni.


Opinione legale a cura di Lajos Levente Avvocato in collaborazione con l'ITL Group Kft. www.itlgroup.hu  – La presente opinione legale é tutelata dalla normativa sul diritto d'autore

lajos
(05/04/2014 - Avv.Levente Lajos)
In evidenza oggi:
» Cassazione: addio mantenimento se il figlio non cerca lavoro
» Anche quest'anno per Natale "regala" un avvocato
» Il falso ideologico
» Avvocati: ecco le nuove tariffe
» Quanti sono i tentativi di vendita nelle aste di beni immobili?


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF