La Cassa forense comunica che la trasmissione del modello 5/2021 dovrà avvenire entro il 30 settembre prossimo
uomo che protegge bilancia con soldi concetto equo compenso

Modello 5/2021 trasmissione entro il 30 settembre

[Torna su]

Una comunicazione della Cassa forense rende noto che il Mod. 5/2021 relativo ai redditi dell'anno 2020 sarà disponibile per la compilazione a partire dal prossimo 20 luglio. Il modello ha la funzione di rendere noto il reddito professionale netto conseguito ai fini IRPEF, nonché il volume d'affari dichiarato ai fini IVA, nel corso dell'anno precedente a quello della compilazione dello stesso. La sua trasmissione dovrà poi essere effettuata entro e non oltre giovedì 30.09.2021. Il modello serve anche ad indicare l'opzione della contribuzione modulare e fornire una serie di indicazioni utili ai fini statistici. Si tratta di una serie di indicazioni per fornire scelte in tema di assistenza, adeguate alla composizione familiare degli iscritti e di regolamentazione di nuove forme di svolgimento della professione.

Mod. 5/2021, chi deve compilarlo

[Torna su]

Dovranno compilare il Modello 5 tutti gli iscritti agli Albi Professionali Forensi, anche per frazione di anno, e i Praticanti iscritti alla Cassa, a decorrere dal 2020 o da anni precedenti. Lo stesso modello va compilato anche se le dichiarazioni fiscali non sono state presentate o sono negative. L'invio del Mod.5/2021 è obbligatorio ai sensi dell'art.7 del Regolamento Unico Previdenza Forense e l'omissione o il ritardo sono sanzionati ai sensi degli artt.9,63 e 67 dello stesso Regolamento.

Le istruzioni

[Torna su]

La compilazione del Mod. 5 va fatta collegandosi al sito internet www.cassaforense.it, sezione "Accessi riservati" - "Posizione personale", identificandosi con il codice meccanografico ed il codice PIN. In caso di smarrimento o dimenticanza il codice PIN, potrà essere richiesto mediante la procedura a disposizione sul sito.

Per la compilazione basterà inserire il reddito netto professionale e il volume d'affari dichiarato ai fini dell'IVA. Per chi sceglie l'opzione volontaria del contributo modulare andrà indicata anche la percentuale da versare. Toccherà al sistema calcolare automaticamente la contribuzione eventualmente dovuta, con riferimento alla condizione di iscritto all' Albo/Cassa, con o senza agevolazioni contributive, pensionato, ecc. Pr inviare basterà premere il tasto "INVIO TELEMATICO". L'operazione verrà conservata nel sistema informatico di Cassa Forense e ne sarà rilasciata immediata certificazione.

Modello 5/2021 e modalità pagamento

[Torna su]

Se risultano dovuti dei contributi da versare è possibile procedere, una volta inviato il Mod. 5, sempre sul sito, a stampare la modulistica personalizzata comprensiva del codice di versamento individuale. Come precisato inizialmente, da quest'anni, sarà possibile pagare i contributi già dal 20 luglio 2021 tramite modello F24, anche al fine di consentire la compensazione fra crediti erariali e contributi previdenziali. In alternativa i pagamenti dovuti dovranno essere effettuati tramite la piattaforma di pagamento PagoPA, attiva a partire da metà ottobre 2021.

Il pagamento tramite PagoPA può essere effettuato anche tramite la Forense Card che per tale servizio non prevede alcuna commissione. Per i pagamenti in autoliquidazione non è più possibile utilizzare i Mav a differenza di quanto previsto per i contributi minimi.

Termini di pagamento

[Torna su]

Il termine di pagamento della prima rata, in principio fissato il 31 luglio, è stato differito al 31.12.2021, in attesa che l'emanando D.M. di attuazione dell'art.1 comma 20 della l.178/2020 precisi termini e modalità per l'esonero contributivo 2021 che dovrebbe riguardare tutti i professionisti con reddito 2019 inferiore a 50.000,00 euro e che abbiano avuto una riduzione del fatturato nel 2020 non inferiore al 33% rispetto al 2019.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: