Approvato definitivamente il Dl Covid che prevede, per deliberare lo svolgimento delle assemblee condominiali in modalità videoconferenza, la sola maggioranza dei condomini
donna mostra videoconferenza

Dl Covid è legge

[Torna su]

La Camera ha approvato definitivamente la conversione in legge, con modifiche, del Dl n. 125/2020, che contiene misure urgenti legate alla proroga della dichiarazione dello stato di emergenza sanitaria da Covid-19, al fine di garantire la continuità del sistema di allerta Covid e l'attuazione della direttiva (UE) 2020/739.

Leggi Dl Covid è legge: ecco cosa prevede

In attesa della sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, si anticipa che la disposizione che è intervenuta sullo svolgimento delle assemblee condominiali online è definitiva.

Assemblee di condominio online: il nuovo art. 66 disp. att. c.c.

[Torna su]

Approvato il testo del decreto con modifiche, una delle novità principali che salta agli occhi e che interesserà tutti coloro che vivono in condominio è infatti sicuramente l'introduzione al testo originario del decreto n. 125/2020 dell'art. 5-bis, che va a modificare il sesto comma dell'art. 66 disp. att. c.c. modificato di recente dal decreto legge n. 104 del 14 agosto 2020.

Alla luce di detta modifica, il sesto comma del suddetto art 66 disp. Att. c.c. disporrà che: "Anche ove non espressamente previsto dal regolamento condominiale, previo consenso della maggioranza dei condomini, la partecipazione all'assemblea può avvenire in modalità di videoconferenza. In tal caso, il verbale, redatto dal segretario e sottoscritto dal presidente, è trasmesso all'amministratore e a tutti i condomini con le medesime formalità previste per la convocazione."

Per deliberare lo svolgimento e la partecipazione all'assemblea condominiale in modalità online non sarà quindi necessaria l'unanimità. Basterà la maggioranza dei condomini.

In questo modo si superano le storture derivanti dalla previsione del voto a maggioranza per inserire nel regolamento condominiale l'opzione dello svolgimento delle assemblee a distanza, con il voto all'unanimità richiesto per deliberare le riunioni in videoconferenza, in assenza di specifica disposizione regolamentare.

Una novità senza dubbio utile, soprattutto in questo momento di pandemia, anche se da diverse parti piovono critiche su altri aspetti, trascurati dal decreto, che riguardano lo svolgimento concreto delle assemblee condominiali. Un vuoto che costringe gli operatori del settore ad adoperarsi e a confrontarsi per trovare soluzioni creative e legittime.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: