La Corte Costituzionale con il comunicato del 23 giugno annuncia la ripresa delle udienze con la presenza fisica di giudici, avvocati e pubblico
Aula della Corte Costituzionale

Ripartenza della Corte Costituzionale

[Torna su]

Il Decreto del Presidente della Corte costituzionale del 23 giugno 2020 (sotto llegato), che segue quelli emananti duranti l'emergenza Covid19, annuncia la ripartenza in modalità ordinaria delle udienze della Consulta, dettando regole apposite per quanto riguarda il deposito degli atti e la partecipazione del pubblico alle udienze. I giudici che prendono parte alle camere di consiglio e alle riunioni della Corte e dei suoi organi possono continuare però a collegarsi da remoto.

Corte Costituzionale: dal 7 luglio riprendono le udienze "fisiche"

[Torna su]

La Corte Costituzionale con il comunicato del 23 giugno 2020 (sotto allegato) annuncia l'emanazione del decreto del presidente della Consulta che sancisce la ripresa delle udienze con la presenza fisica di giudici e avvocati a partire dal 7 luglio. Dal primo luglio gli atti del processo potranno essere depositati secondo le modalità ordinarie.

Alle udienze pubbliche non più di 24 persone

[Torna su]

Pubblico e giornalisti possono partecipare alle udienze pubbliche anche se in postazioni apposite e comunque nel rispetto del limite numerico di 24 persone, che verranno ammesse in base all'ordine di prenotazione da inviare al seguente indirizzo email ufficio.cerimoniale@cortecostituzionale.it entro e non oltre le ore 20.00 del giorno che precede l'udienza. Il tutto nel rispetto delle misure precauzionali stabilite nel corso dell'emergenza sanitaria Covid19.

Scarica pdf Corte Costituzionale comunicato 23 giugno 2020
Scarica pdf Decreto Presidente Corte Costituzionale 23-06-2020
Condividi
Feedback

In evidenza oggi: