L'Inps fa sapere che la procedura per l'indennità Covid-19 relativa a maggio 2020 è online. Occorre domanda apposita
extra bonus nel gioco

Nuova domanda per il bonus di maggio

[Torna su]

Sul sito dell'Inps è attivo il servizio online per la presentazione delle domande per l'indennità Covid-19 relativa al mese di maggio 2020. La misura straordinaria di sostegno è stata introdotta dal decreto Rilancio per supportare i lavoratori in condizioni di difficoltà economica causata dall'emergenza epidemiologica da Covid-19. Arriva dunque la conferma che non c'è automatismo di erogazione per chi abbia già fatto richiesta e beneficiato del bonus per mesi precedenti (a differenza, ovviamente, dei nuovi beneficiari: intermittenti, ecc.)

Bonus 1000 euro a chi spetta?

[Torna su]

Tra le misure dell'Esecutivo ci sono alcune indennità di sostegno in favore dei lavoratori, anche autonomi, le cui attività risentano dell'emergenza economica e sociale conseguente alla pandemia dovuta al Covid-19. Il bonus è di 500 euro, 600 euro e 1.000 euro, a seconda dei casi.

Ricordiamo che il beneficio economico, erogato dall'Inps, non concorre alla formazione di reddito ed è riconosciuto a:

- liberi professionisti con partita IVA, compresi partecipanti a studi associati/società semplice;

- collaboratori coordinati e continuativi. Per questa categoria di lavoratori non occorre presentare una nuova domanda, se si è già fruito del bonus relativo a marzo e aprile;

- lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali. Anche in questo caso, non è necessaria una nuova domanda, se si è già fruito del bonus per marzo e aprile.

In elenco ci sono: professionisti con partita IVA; collaboratori coordinati e continuativi; lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell'Assicurazione Generale Obbligatoria; lavoratori stagionali dei settori del turismo; operai agricoli a tempo determinato; lavoratori dello spettacolo; lavoratori stagionali dei settori diversi da quelli del turismo; lavoratori intermittenti; lavoratori autonomi occasionali; lavoratori incaricati di vendita a domicilio.

Presentazione della domanda

[Torna su]

I lavoratori in possesso dei requisiti devono presentare la domanda in via telematica all'INPS utilizzando i consueti canali telematici messi a disposizione per i cittadini e per i patronati.

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: