Possibile fare la domanda per il bonus babysitter o per i centri estivi e poi a giugno ci saranno i contributi a fondo perduto per le imprese
parola bonus tra i coriandoli

di Gabriella Lax - Col decreto Rilancio arrivano anche i nuovi bonus. A parlarne è stato il ministro all'Economia Roberto Gualtieri. Dopo la firma del Presidente Mattarella, il decreto legge Rilancio (dl 34) è stato pubblicato il 19 maggio in Gazzetta ufficiale.

Decreto Rilancio, risorse subito utilizzabili

[Torna su]

«Le risorse saranno immediatamente utilizzabili» ha chiarito lo stesso titolare del Dicastero al Tg1. «Ci sarà il pagamento diretto di 600 euro a tutti i 4 milioni di lavoratori autonomi, di collaboratori, che li hanno già avuti e questo pagamento avverrà nell'arco di due tre giorni al massimo». Dunque da ieri è «possibile fare la domanda per i 1.200 euro per il bonus babysitter o per i centri estivi e poi a giugno ci saranno i contributi a fondo perduto per le imprese e la terza tranche fino a 1.000 euro per gli autonomi».

Decreto rilancio e tempi d'erogazione dei bonus

[Torna su]

Dopo le polemiche per le lungaggini dell'arrivo dei primi bonus, era stato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a spiegare in conferenza stampa, che questa volta i tempi di erogazione del bonus autonomi da 600 euro sarebbero stati molto più celeri rispetto a marzo. Un discorso differente va fatto per chi ha diritto al bonus autonomi da 1.000 euro per il quale invece dovrà essere presentata apposita domanda. E quindi dovrà essere fatto l'iter e le verifiche.

Bonus autonomi a maggio

[Torna su]

Come chiarisce la relazione tecnica al decreto Rilancio a maggio il bonus autonomi cambierà e la platea sarà inferiore: 1,12 milioni i beneficiari per la terza mensilità, mentre per il mese di aprile restano 4,9 milioni. La terza mensilità non spetterà a commercianti e artigiani (circa 3 milioni) che accederanno al ristoro a fondo perduto. Per 656mila a maggio il bonus salirà a 1000 euro (di cui 208mila stagionali del turismo), mentre resterà a 600 euro per 95mila lavoratori dello spettacolo e per i 369mila lavoratori che hanno avuto il bonus di marzo attraverso il Fondo per il reddito di ultima istanza.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: