Misure efficaci di salute e sicurezza dei lavoratori garantite in tutte le aziende grazie al protocollo firmato da sindacati e imprese in accordo con il Governo
termometro malato febbre id9140

di Gabriella Lax - Sindacati e imprese, in accordo con il Governo, hanno sottoscritto qualche giorno fa il "Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro".

Coronavirus e imprese, un documento in 13 punti

[Torna su]

Si tratta di un documento sottoscritto su invito del Presidente del Consiglio dei ministri, del ministro dell'economia, del ministro del Lavoro e delle politiche sociali, del ministro dello Sviluppo economico e del ministro della Salute, che hanno promosso l'incontro tra le parti sociali, in attuazione della misura, contenuta all'articolo 1, comma primo, numero 9), del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 11 marzo 2020, che - in relazione alle attività professionali e alle attività produttive - raccomanda intese tra organizzazioni datoriali e sindacali. Il documento consiste in 13 punti volti a contrastare e prevenire la diffusione del nuovo coronavirus nei luoghi di lavoro.

Coronavirus e imprese, controllo temperatura consentito

[Torna su]

Tra le misure stabilite è previsto che l'obbligo di rimanere al proprio domicilio in presenza di febbre (oltre 37.5) o altri sintomi influenzali e di chiamare il proprio medico di famiglia e l'autorità sanitaria. Stabiliti, inoltre, i controlli all'ingresso: il personale, prima dell'accesso al luogo di lavoro, potrà essere sottoposto al controllo della temperatura corporea. Questa decisione va nel senso opposto in materia di trattamento dei dati personali dei dipendenti rispetto a quanto stabilito dal Garante della privacy nella sua nota del 2 marzo 2020 (vedi anche Coronavirus: più medici e infermieri).

Coronavirus, le altre misure per le aziende

[Torna su]

Tra le altre priorità stabilite dal documento: per l'accesso di fornitori esterni si devono individuare procedure di ingresso, transito e uscita, mediante modalità, percorsi e tempistiche predefinite, al fine di ridurre le occasioni di contatto con il personale. Va ridotto anche l'accesso ai visitatori. Per il resto l'azienda assicura la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro (comprese tastiere, schermi touch, mouse), delle aree comuni e di svago e dei distributori di bevande e snack. L'accesso agli spazi comuni, comprese le mense aziendali, le aree fumatori e gli spogliatoi è contingentato, con la previsione di una ventilazione continua dei locali, di un tempo ridotto di sosta e con il mantenimento della distanza di sicurezza di un metro tra le persone. Si favoriscono orari di ingresso/uscita scaglionati in modo da evitare il più possibile contatti nelle zone comuni (ingressi, spogliatoi, sala mensa).

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: