Insieme al distanziamento e alla gestione dei flussi, le disposizioni sulle mascherine sono state pubblicate dal Mit nelle linee guida nel settore dei trasporti
viaggi aerei bloccati per coronavirus

di Gabriella Lax - Distanziamento, obbligo delle mascherine anche su mezzi gestione dei flussi di passeggeri in entrata e uscita, sono solo alcune delle mosse in cui si dipanano le prescrizioni volute dal Mit, nelle linee guida per il settore dei trasporti e della logistica.

Coronavirus, il vademecum del Mit

[Torna su]

Si tratta di un vademecum predisposto nel rispetto del protocollo contenuto nell'allegato 8 al d.P.C.M. 26 aprile 2020; nelle linee guida vengono trattati: il trasporto aereo, il settore trasporto pubblico locale stradale, lacuale e ferrovie concesse, il settore ferroviario, i servizi di trasporto non di linea e per tutti i tipi di trasporto le modalità di informazione agli utenti e le misure organizzative da adottare nell'esercizio del servizio di trasporto pubblico.

Vengono regolamentati glia accessi contingentati a stazioni, aeroporti e porti al fine di evitare affollamenti e ogni possibile occasione di contatto; la predisposizione di piani operativi per differenziare i flussi di salita e discesa da un mezzo di trasporto e limitare gli spostamenti all'interno delle stazioni, aeroporti e porti nonché nelle aree di sosta dei passeggeri e di attesa del mezzo di trasporto.

Coronavirus e trasporti: accessi, mascherine e distanziamento

[Torna su]

Come già si è visto in questi giorni sulle metropolitane delle grandi città, si parte con gli accessi contingentati alle stazioni, aeroporti e porti al fine di evitare affollamenti e ogni possibile occasione di contatto. Si aggiungono piani operativi per differenziare i flussi di salita e discesa da un mezzo di trasporto e limitare gli spostamenti all'interno delle stazioni, aeroporti e porti nonché nelle aree di sosta dei passeggeri e di attesa del mezzo di trasporto. Per il trasporto aereo: mascherina obbligatoria per i passeggeri. Lo stesso per il trasporto ferroviario, trasporto non di linea, trasporto marittimo e portuale: mascherina obbligatoria per i passeggeri, anche di stoffa, per la protezione del naso e della bocca.

A questo si aggiunge l'obbligo di distanziamento interpersonale di un metro a bordo dei mezzi di trasporti, nelle stazioni, aeroporti e porti e in tutti i luoghi di transito e sosta dei passeggeri. E poi gli obblighi di sistematica sanificazione e igienizzazione dei locali, dei mezzi di trasporto e dei mezzi di lavoro utilizzati da viaggiatori e/o lavoratori secondo le modalità definite del Ministero della Salute e dell'Istituto Superiore di Sanità; a fare da corollario, l'installazione di dispenser di soluzioni disinfettanti nelle stazioni, negli aeroporti, nei porti e sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza.

Coronavirus e trasporti, cambiano anche le modalità per l'acquisto dei biglietti

[Torna su]

Cambiano le modalità di rivendita dei ticket, per evitare i contatti (e con essi il rischio contagio) e ridurli al minimo. Servirà: incentivare la vendita di biglietti con sistemi telematici. Diversamente, dovrà essere effettuata in modo da assicurare la distanza interpersonale di almeno un metro e laddove questo non fosse possibile, i passeggeri dovranno necessariamente fornirsi di apposite protezioni individuali (es. mascherine). Predisporre inoltre punti vendita, anche mediante distributori, di dispositivi di sicurezza nelle stazioni o nei luoghi di vendita dei biglietti; misure per la gestione dei passeggeri e degli operatori in caso di accertata temperatura corporea superiore dei 37,5°C; e, infine, adozione di sistemi di informazione e divulgazione per il corretto uso dei dispositivi di protezione individuale nonché sui comportamenti da tenere negli spazi comuni e nei luoghi di transito dell'utenza.

Condividi
Feedback

(28/04/2020 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: