Dall'Agenzia delle Entrate, ecco la versione definitiva insieme a tutte le novità che è necessario conoscere sul modello 730 per il 2020
dichiarazione tasse modello 730 del 2016

di Gabriella Lax - Estensione agli eredi, nuovo limite per i figli a carico e ancora novità su sport bonus, lezioni private e spese per istruzione. Con queste caratteristiche l'Agenzia delle entrate ha presentato il modello 730 definitivamente. Una serie di innovazioni che riguardano i cittadini, nella fattispecie lavoratori dipendenti e pensionati, che quest'anno sceglieranno di utilizzare il modello "semplice" e precompilato.

Modello 730 per il 2020, versione definitiva

[Torna su]

Ricordiamo intanto che la dichiarazione dei redditi con il 730 può essere presentata dai lavoratori dipendenti e pensionati che possiedono determinati redditi. Dal 15 aprile, inoltre, sarà disponibile il 730 precompilato, che non comporta un obbligo per i cittadini, ma una possibilità di scelta.

Estensione all'erede

[Torna su]

Dalla prossima stagione dichiarativa gli eredi potranno utilizzare il 730 per effettuare la dichiarazione dei redditi per conto del contribuente deceduto nel periodo compreso fra il 2019 e il 23 luglio 2020 e che presentava i requisiti per utilizzare questo modello semplificato. Il 730, una volta compilato, dovrà essere presentato tramite un caf (centro di assistenza fiscale) o un professionista, o inviato in via telematica all'Agenzia delle entrate.

Figli a carico

[Torna su]

Le istruzioni sono aggiornate per recepire il nuovo limite reddituale per il figlio a carico portato a 4mila euro. Di conseguenza, a partire dalle dichiarazione relative al 2019 (e solo per figli che abbiamo meno di 24 anni) possono essere considerati a carico del genitore solo quanti non abbiano percepito redditi superiori a questo importo. Inoltre è previsto l'aumento a 800 euro delle spese di istruzione detraibili.

Bonifica ambientale

[Torna su]

Tra le new entry il credito d'imposta per la bonifica ambientale e la detrazione del 50% per le spese di realizzazione di colonnine per la ricarica di auto elettriche. Nel primo caso sono comprese le agevolazioni per le erogazioni effettuate per interventi su edifici e terreni pubblici che si basano su progetti presentati dagli enti proprietari. Per bonifica ambientale s'intende anche quella relativa alla rimozione dell'amianto dagli edifici, della prevenzione e del risanamento del dissesto idrogeologico, della realizzazione o della ristrutturazione di parchi e aree verdi attrezzate e del recupero di aree dismesse di proprietà pubblica». In questi casi è riconosciuto un credito d'imposta del 65% delle somme stanziate. Credito d'imposta che deve rispettare i limiti del 20% del reddito imponibile, ed è quindi dilazionato in tre quote annuali.

Sport

[Torna su]

Lo "sport bonus" è il riconoscimento di un credito d'imposta del 65% delle erogazioni per enti gestori o proprietari di impianti sportivi pubblici, nei limiti del 20% del reddito imponibile. Anche in questo caso il credito d'imposta è ripartito in tre quote annuali.

Lezioni private

[Torna su]

Le novità riguardano l'imposta sostitutiva dell'Irpef (e addizionali) sui compensi che derivano da lezioni private e ripetizioni. Potrà essere applicata una tassazione sostitutiva al 15%, che deve essere versare comunque entro il termine per il pagamento dell'Irpef, e rimane la possibilità di ricorrere all'Irpef ordinaria.

Come riferisce l'Agenzia dell'entrata ci sono però altri modelli, eccoli in sintesi:

Modello Iva

[Torna su]

Il modello Iva contiene una nuova casella per l'esonero dall'apposizione del visto di conformità. Nel frontespizio del modello Iva/2020 entra la nuova casella per i contribuenti che hanno applicato gli Isa e risultino esonerati dall'apposizione del visto di conformità. Vengono introdotti l'introduzione di due nuovi quadri, il VP e il VQ. Il primo, il VP, è riservato ai contribuenti che intendono comunicare in sede di presentazione della dichiarazione annuale i dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche relative al quarto trimestre. Il secondo, VQ, è riservato ai contribuenti che intendono determinare il credito maturato in seguito a versamenti di Iva periodica non spontanei: comunicazioni d'irregolarità (art. 54 bis) o notifica di cartelle di pagamento riguardanti le comunicazioni delle liquidazioni periodiche (articolo 21 bis del decreto legge n. 78/2010).

Certificazione unica

[Torna su]

Nella Certificazione unica 2020 trovano spazio campi appositi per l'indicazione dei premi di risultato relativi agli anni precedenti, per gestire le ipotesi in cui l'anno di effettuazione dell'opzione di conversione del premio di risultato in welfare aziendale non coincide con il periodo d'imposta in cui avviene l'erogazione dei benefit. Tre nuovi campi anche per consentire di indicare la nuova forma di detassazione del Trattamento di fine servizio prevista dal decreto legge n.4/2019.

Modello 770

[Torna su]

Nel quadro ST del modello è stato inserito un nuovo rigo riguardante i "Dati relativi all'intermediario non residente", nei casi in cui l'intermediario non residente abbia nominato un rappresentate fiscale in Italia attivo come sostituto d'imposta. Da menzionare anche l'effettuazione di alcune modifiche alle istruzioni del quadro SK per semplificare l'esposizione dei dati in caso di tassazione degli utili maturati in anni diversi. Sempre con riguardo ai sostituti d'imposta, si segnalano inoltre alcuni aggiornamenti alle istruzioni per la compilazione della Certificazione degli utili e dei proventi equiparati (CUPE).

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: