Sei in: Home » Articoli
 » Bollette

Bollette luce: da gennaio meno care

Condividi
Seguici

Secondo l'Arera, nel primo trimestre del 2020, il costo per la bolletta della luce calerà del 5,4%. Lieve aumento per il gas
lampadina che esplode su sfondo scuro

di Gabriella Lax - In un mondo di rincari, buone notizie per i consumatori arrivano riguardo alle bollette della luce he, per i prossimi tre mesi saranno meno care. Ad annunciarlo è l'Arera (Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente) con un avviso pubblicato sul proprio sito.

  • 1. Le cause della diminuzione dei costi
  • 2. I numeri di luce e gas
  • 3. Codacons, bene calo luce; aumento gas pesa sulle famiglie
  • 4. Scelte consapevoli per i consumatori
  • Le cause della diminuzione dei costi

    Secondo l'Autorità, nel primo trimestre del 2020, il costo per la bolletta della luce calerà del 5,4%, mentre quello del gas aumenterà leggermente, dello 0,8%. Per un guadagno a famiglia di 125 euro in più all'anno. Specifica l'Arera che si tratta di cambiamenti dovuti al «forte calo del fabbisogno per gli oneri generali - e ancora - al contenimento delle tariffe regolate di rete (trasporto e distribuzione) e - infine - basse quotazioni delle materie prime nei mercati all'ingrosso».

    I numeri di luce e gas

    Mentre per la luce si arriva ad una diminuzione dei costi della materia energia con -2,6% sulla spesa della famiglia tipo) e ad una forte calo della componente degli oneri generali di sistema (-2,8%), nel caso del gas, spiega Arera, nel caso del gas «l'andamento è sostanzialmente determinato da un leggero aumento della spesa per la materia prima (+1,3% sulla spesa della famiglia tipo), legata principalmente alle quotazioni attese nei mercati all'ingrosso nel prossimo trimestre invernale, controbilanciato da un calo delle tariffe regolate di trasporto e distribuzione (-0,4%), reso possibile dalla revisione delle regole tariffarie di periodo e da un leggero calo anche per gli oneri generali (-0,1%)».

    Codacons, bene calo luce; aumento gas pesa sulle famiglie

    Restano ancora troppo alte le imposte. Lo afferma in una nota la Codacons che, da un lato si dichiara soddisfatta per la diminuzione delle tariffe per l'elettricità, tuttavia, dall'altro «l'incremento del +0,8% per il gas avrà impatti sulle tasche delle famiglie, considerando che il rialzo avviene nel periodo in cui sono maggiori i consumi - e aggiunge con le parole del presidente Carlo Rienzi - l'aumento del gas che scatterà dall'uno gennaio fa seguito al rincaro del +3,9% registrato nello scorso trimestre, e aggraverà la spesa delle famiglie considerando i maggiori consumi legati ai riscaldamenti delle case».

    Scelte consapevoli per i consumatori

    Il consiglio per cercare, per quanto possibile, il risparmio si basa sulla considerazione che il mercato libero è un po' più caro di quello a tariffe tutelate, anche perché vi sono servizi aggiuntivi, ma sono possibili risparmi fino al 7-9% per le offerte a prezzo fisso, e in genere costano meno i contratti stipulati online. Per scelte consapevoli, Arera suggerisce: in primis, il portale offerte nel quale l'autorità dell'energia mette a confronto tutti i prezzi del mercato libero. In secondo luogo è disponibile, per aiutare i consumatori a scegliere, il contratto obbligatorio secondo i criteri Placet: tutti i venditori di gas e luce devono avere nel bouquet delle offerte tariffarie anche questa tipologia di contratto, uguale per tutti e quindi confrontabile.


(29/12/2019 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Taser a tutte le forze dell'ordine
» Stop chiamate call center anche sui cellulari

Newsletter f t in Rss