Assorbenti donne con Iva al 10%

Condividi
Seguici

Iva al 10% sugli assorbenti, non sono beni di lusso. È quanto propone un emendamento bipartisan al decreto fiscale in conversione in Parlamento
assorbenti per ciclo donna

di Redazione - Assorbenti e altri prodotti sanitari e igienici femminili con Iva al 10% in luogo dell'attuale 22%. È quanto propone un emendamento bipartisan al decreto fiscale in conversione in Parlamento, a prima firma di Laura Boldrini e sottoscritto da altre 32 parlamentari.

  1. Decreto fiscale: 900 emendamenti
  2. Assorbenti donne: beni di necessità
  3. La battaglia sulla Tampon Tax

Decreto fiscale: 900 emendamenti

Tra le altre novità, che emergono dai circa 900 emendamenti al testo del decreto in commissione finanze alla Camera entro la scadenza del termine di ieri, anche la moratoria delle sanzioni sui seggiolini antiabbandono e per la lotteria degli scontrini. Prevista anche pace fiscale per gli avvisi bonari, la riapertura della rottamazione delle cartelle e appunto l'Iva agevolata su assorbenti e prodotti igienici femminili.

Da domani, si avvia il test su quante delle proposte presentate potranno sopravvivere (dopo le dichiarazioni di inammissibilità) e tra queste, occorrerà capire quali potranno andare in porto compatibilmente con le coperture finanziarie.

Assorbenti donne: beni di necessità

L'emendamento bipartisan presentato al Dl fisco in commissione alla Camera propone che ai prodotti sanitari e igienici femminili (come tamponi, assorbenti igienici esterni, ecc.) si applichi l'aliquota del 10% dell'imposta sul valore aggiunto in luogo dell'attuale aliquota al 22%.

La ratio è che tali prodotti non possono essere trattati come beni di lusso ma come necessari.

La battaglia sulla Tampon Tax

La battaglia femminile sull'aliquota agevolata su assorbenti e prodotti similari non è nuova. Da tempo si parla, infatti, di "tampon tax". L'ultimo tentativo è stato fatto con un emendamento al Ddl semplificazioni, che prevedeva la riduzione dell'Iva dal 22 al 10 o al 5% per una serie di prodotti igienici femminili, poi bocciato in quanto troppo oneroso e per mancanza di coperture.

- Tampon tax: Camera dice no

- Decreto fiscale 2020: i punti chiave

(12/11/2019 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Pedone investito: come si ripartisce la responsabilità?
» Affido condiviso: la Cassazione torna indietro di mezzo secolo!

Newsletter f t in Rss