Si rinnova anche per il prossimo anno il bonus per i diciottenni ma i fondi diminuiscono di 80 milioni, dai 240 milioni stanziati per il 2019 ai futuri 160 milioni
foto di una libreria

di Gabriella Lax - Arriva anche per il 2020 il bonus cultura. Si rinnova anche per il prossimo anno il bonus per i diciottenni ma i fondi diminuiscono di 80 milioni, dai 240 milioni stanziati per il 2019 ai futuri 160 milioni.

Bonus cultura 18enni confermato per il 2020

[Torna su]

Si prosegue con il bonus cultura dunque. La notizia è arrivata dal ministro dell'Economia Roberto Gualtieri, che ha confermato nella manovra 2020 l'erogazione di 500 euro in spese culturali a favore dei neo-diciottenni. Nonostante le incertezze fino a qualche mese fa quando il provvedimento rischiava di non essere rinnovato, si continua dunque ma con uno stanziamento nella prossima manovra finanziaria di 160 milioni di euro. Lo stanziamento è stato possibile grazie a risparmi e al fatto che non tutti i diciottenni hanno usato il bonus nel passato.

- Manovra 2020: cosa contiene

Cos'è il bonus cultura?

[Torna su]

Si ricorda che il bonus cultura è un'iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha fatto il suo debutto con la Legge di Stabilità del 2016. Si tratta di un'erogazione di denaro da parte dello Stato a sostegno della diffusione del patrimonio culturale italiano e internazionale, e arriva ai beneficiari sotto forma di un buono di valore di 500 euro grazie alla 18app. Possono richiederlo cittadini residenti nel territorio nazionale; in possesso di permesso di soggiorno in corso di validità dove richiesto; che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età nell'anno precedente alla richiesta del bonus.

Come richiedere il bonus cultura?

[Torna su]

Il bonus si richiede per via telematica, tramite la piattaforma 18app, disponibile anche su smartphone e tablet in versione di app scaricabile. Per accedere a 18app è necessario essere in possesso delle credenziali SPID - Sistema Pubblico di Identità Digitale. Dunque si richiede il codice SPID; si esegue l'iscrizione a 18app; serve poi accertarsi assicurarsi dell'accredito dei 500 euro (in automatico); e, infine, si potrà utilizzare il bonus cultura negli esercenti indicati su 18app. Si potranno acquistare: biglietto per cinema, concerti o eventi culturali, libri, ingresso musei, monumenti e parchi, spettacoli teatro e danza; e ancora corsi di musica, di teatro o di lingua straniera.

Leggi anche:

- Bonus cultura 2019

- Furbetti del bonus cultura: in arrivo le contromisure

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: