Sei in: Home » Articoli

In arrivo nuovo limite contanti: tra i 1.000 e i 1.500 euro

Condividi
Seguici

Nuova stretta sui contanti tra i 1000 e 1500 euro. È quanto prevede la bozza del decreto fiscale, collegato alla manovra, che prossima settimana andrà in Consiglio dei ministri per l'approvazione
Banconota stretta con cintura simbolo risparmio

di Redazione - Arriva una nuova stretta sui contanti. Come riporta stamane il quotidiano Italiaoggi, sarà abbassato l'attuale limite di 3.000 euro per i pagamenti in contante introdotto dalla legge di stabilità 2016 (in modifica della normativa antiriciclaggio) ad una cifra ancora da definire ma che viaggia intorno ai 1.500 euro se non addirittura ai 1.000 euro.

Pagamenti in contanti fino a 1000 euro max 1500

La norma, a quanto si apprende, è inserita nel decreto legge fiscale che arriverà sul tavolo del consiglio dei ministri la prossima settimana.

La novità si colloca certamente nell'ambito delle misure tese a rendere più difficoltoso l'uso di strumenti di pagamenti non elettronici ed incentivare dunque il ricorso a questi ultimi senza dover introdurre nuovi balzelli. Sul fronte incentivi, inoltre, è ancora in valutazione la modalità del rimborso per chi usa carte e bancomat per pagare, allo studio infatti la possibilità di rimborsare direttamente le somme maturate nell'estratto conto della carta mese su mese o con tempi più dilazionati.

Decreto fiscale: dalla lotteria degli scontrini allo 007 del gioco

Tra le altre novità del decreto fiscale di prossima approvazione anche la lotteria degli scontrini che sarà con premi esentasse e le multe ai commercianti che non accetteranno la richiesta dei clienti di partecipare alle estrazioni dei premi con scontrini fiscale. Previsto inoltre l'arrivo di uno 007, un agente sotto copertura contro il gioco illegale e la stretta sulle compensazioni dei crediti fiscali.

Leggi Quando si può pagare in contanti e fino a che limite

(11/10/2019 - Redazione)
In evidenza oggi:
» Risarcisce il padre la madre che impedisce gli incontri col figlio
» Nessun reato se la radio ad alto volume infastidisce solo una vicina

Newsletter f t in Rss