Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Pensioni: opzione donna anche nel 2020

Condividi
Seguici

La proroga dell'opzione donna 2020 è stata inserita nei punti del nuovo Governo Conte-bis e dovrebbe arrivare con la legge di bilancio 2020
donna anziana sorridente legge

di Valeria Zeppilli - Anche se ancora non c'è l'ufficialità, sembra proprio che l'opzione donna, in scadenza a fine anno, verrà prorogata anche per il 2020.

Tale particolare modalità di pensionamento anticipato, infatti, è ora in fase sperimentale, ma il suo rinnovo è stato inserito nel programma del Governo Conte-bis e quindi, verosimilmente, entrerà a far parte della prossima legge di bilancio.

  1. In cosa consiste l'opzione donna 2020?
  2. Lavoratrici escluse dall'opzione donna
  3. Assegno opzione donna: calcolo e penalizzazioni

In cosa consiste l'opzione donna 2020?

Se, prorogata l'opzione, resterà immutata anche la relativa disciplina, potranno beneficiare del pensionamento anticipato ricorrendo a tale istituto le donne che avranno almeno 58 anni di età se si tratta di lavoratrici dipendenti o 59 anni se si tratta di lavoratrici autonome. Ma il requisito anagrafico non basta, essendo richiesti anche 35 anni di contributi entro la fine dell'anno per il quale è prevista l'opzione.

Lavoratrici escluse dall'opzione donna

Essendo riservata alle lavoratrici iscritte all'Ago o ai fondi ad essa sostitutivi o esclusivi che possano vantare contribuzione alla data del 31 dicembre 1995, l'opzione donna, secondo l'attuale disciplina, non è attivabile da chi è iscritto ad altre gestioni o ha contribuzione solo successiva alla predetta data.

Assegno opzione donna: calcolo e penalizzazioni

L'assegno pensionistico per chi ricorre all'opzione donna è ridotto rispetto a quello di chi va in pensione con il metodo ordinario, con un taglio che può arrivare anche al 30%. Esso, inoltre, è corrisposto dopo 12 o 18 mesi dalla maturazione dei requisiti, a seconda che si tratti di lavoratrici dipendenti o autonome.


Vai alla guida Opzione donna: cos'è e come vi si accede

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
(25/09/2019 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Avvocati: niente iscrizione alla Cassa se si supera il reddito per un anno
» Cognome materno ai figli: oltre 54mila firme per la petizione

Newsletter f t in Rss