Sei in: Home » Articoli

Allarme phishing, Agenzia delle Entrate: "non aprite le pec"

Condividi
Seguici

L'Agenzia delle Entrate avvisa gli utenti di nuovi tentativi di phishing via mail e invita a cestinare le pec infette senza aprirle
phishing

di Redazione - Phishing anche via mail con pec finte ed infette. È quanto sta avvenendo in questi giorni a privati e professionisti tanto da spingere l'Agenzia delle Entrate a pubblicare un avviso sul proprio sito.

"Attenzione alle false comunicazioni di posta elettronica certificata. Negli ultimi giorni sono state infatti segnalate delle false email indirizzate a privati e professionisti provenienti da indirizzi Pec validi, non legati in alcun modo all'Agenzia" scrive infatti il fisco.

Come sono fatti i messaggi

I messaggi, tuttavia, hanno un oggetto che assomiglia a un numero di protocollo utilizzato per le classiche comunicazioni dell'Agenzia (COMUNICAZIONE XXXXXXXXXX [ENTRATE|AGEDCXXX|REGISTRO) e includono in allegato un file in formato zip che contiene a sua volta un documento pdf non valido ed un file vbs.

Quest'ultimo, avvisano le entrate, "se lanciato, scarica sul computer un software dannoso per ottenerne il controllo".

Non aprite le Pec

Per cui, ricordando che l'Agenzia "è estranea a tali comunicazioni", la raccomandazione per i cittadini che hanno ricevuto queste pec è "di cestinarle senza aprirne gli allegati".

(18/09/2019 - Redazione)
In evidenza oggi:
» Danno biologico: via libera alle nuove tabelle, indennizzi aumentati del 40%
» Tassa sulla plastica, si pagherà un euro al chilo

Newsletter f t in Rss