Sei in: Home » Articoli

Certificato d'invalidità civile

Condividi
Seguici

Il certificato è la prima cosa da richiedere per ottenere le prestazioni di invalidità. Competente ad emettere il certificato d'invalidità civile è il proprio medico di base
medico scrive

di Valeria Zeppilli - Il certificato di invalidità civile è il presupposto fondamentale per poter ottenere la relativa prestazione erogata dall'Inps.

Vediamo quindi come fare per richiederlo e ottenerlo.

  1. Come ottenere il certificato di invalidità civile
  2. Il certificato
  3. Richiesta di visita all'Inps
  4. Verbale di invalidità civile

Come ottenere il certificato di invalidità civile

La prima cosa da fare è quella di recarsi presso il proprio medico curante, il quale, accertate le condizioni del paziente, provvede a compilare un certificato telematico con il quale richiede la visita medica presso la Commissione Asl e rilascia la relativa ricevuta al paziente stesso.

Il certificato

La natura dell'infermità invalidante è quindi attestata dal medico di base, che diviene un vero e proprio certificatore.

Nel certificato vanno indicati i dati anagrafici del richiedente, le patologie invalidanti da cui è affetto e le eventuali patologie oncologiche.

Tale documento ha una durata pari a novanta giorni.

Richiesta di visita all'Inps

Entro novanta giorni dall'invio del certificato telematico, quindi, l'interessato deve fare richiesta di visita all'Inps, visita che avverrà nei successivi trenta giorni.

In questa sede, sarà necessario portare, tra i vari documenti, anche il certificato firmato dal medico di base, che provvede sempre, all'atto dell'invio, a stampare una copia cartacea del documento e a sottoscriverla.

In ogni caso, gli allegati da portare con sé sono elencati nella lettera raccomandata di convocazione del paziente da parte della Commissione Asl.

Verbale di invalidità civile

All'esito della visita, se è accertata la sussistenza di un'invalidità civile, viene emesso un verbale che attesta il grado di invalidità dell'interessato.

Tale grado di invalidità è espresso in punti percentuali se l'invalido ha un'età compresa tra i 18 anni e i 65 anni, è espresso con un giudizio descrittivo se l'invalido ha un'età inferiore o superiore.

Il verbale, formato da almeno tre medici e validato dal centro medico legale dell'Inps, viene inviato direttamente a casa dell'interessato in duplice copia: una completa di tutti i dati sanitari e l'altra contenente il solo giudizio finale.

- Guida pratica all'invalidità civile

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
(31/08/2019 - Valeria Zeppilli)
In evidenza oggi:
» Intralciare l'ambulanza? Si rischia una multa fino a 173 euro
» Allarme phishing, Agenzia delle Entrate: "non aprite le pec"

Newsletter f t in Rss