Il certificato di invalidità civile è la prima cosa da richiedere al proprio medico di base per ottenere le prestazioni di invalidità
medico scrive

di Valeria Zeppilli - Il certificato di invalidità civile è il presupposto fondamentale per poter ottenere la relativa prestazione erogata dall'Inps.

Vediamo quindi come fare per richiederlo e ottenerlo:

Come ottenere il certificato di invalidità civile

[Torna su]

La prima cosa da fare è quella di recarsi presso il proprio medico curante, il quale, accertate le condizioni del paziente, provvede a compilare un certificato telematico con il quale richiede la visita medica presso la Commissione Asl e rilascia la relativa ricevuta al paziente stesso.

Cosa deve contenere il certificato

[Torna su]

La natura dell'infermità invalidante è quindi attestata dal medico di base, che diviene un vero e proprio certificatore.

Nel certificato vanno indicati i dati anagrafici del richiedente, le patologie invalidanti da cui è affetto e le eventuali patologie oncologiche.

Tale documento ha una durata pari a novanta giorni.

Richiesta di visita all'Inps

[Torna su]

Entro novanta giorni dall'invio del certificato telematico, quindi, l'interessato deve fare richiesta di visita all'Inps, visita che avverrà nei successivi trenta giorni.

In questa sede, sarà necessario portare, tra i vari documenti, anche il certificato firmato dal medico di base, che provvede sempre, all'atto dell'invio, a stampare una copia cartacea del documento e a sottoscriverla.

In ogni caso, gli allegati da portare con sé sono elencati nella lettera raccomandata di convocazione del paziente da parte della Commissione Asl.

Verbale di invalidità civile

[Torna su]

All'esito della visita, se è accertata la sussistenza di un'invalidità civile, viene emesso un verbale che attesta il grado di invalidità dell'interessato.

Tale grado di invalidità è espresso in punti percentuali se l'invalido ha un'età compresa tra i 18 anni e i 65 anni, è espresso con un giudizio descrittivo se l'invalido ha un'età inferiore o superiore.

Il verbale, formato da almeno tre medici e validato dal centro medico legale dell'Inps, viene inviato direttamente a casa dell'interessato in duplice copia: una completa di tutti i dati sanitari e l'altra contenente il solo giudizio finale.


Vai anche alla Guida pratica all'invalidità civile

Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

(29/09/2019 - Valeria Zeppilli)
In evidenza oggi:
» Giustizia: stop udienze fino all'11 maggio
» Gli avvocati sono dalla parte dei medici