Sei in: Home » Articoli
 » Bollette

Bollette luce non pagate: il tribunale revoca il decreto ingiuntivo

Condividi
Seguici

Fatture Edison Energia s.p.a. non pagate, il tribunale di Crotone dà ragione al comune di Rocca di Neto revocando il decreto ingiuntivo
giudice donna che tiene martello in un processo

Avv. Francesco Falcone - Il Comune di Rocca di Neto prevale nel giudizio innanzi al Tribunale di Crotone contro la Banca Farmafacoring s.p.a., quale cessionaria dei crediti di Edison Energia s.p.a. per la fornitura di energia elettrica che, lamentando una lunga serie di fatture non pagate, aveva intentato un decreto ingiuntivo di quasi cinquecentomila euro contro l'Ente locale.

La sentenza nella causa civile di primo grado è stata emessa dal Giudice del Tribunale di Crotone in data 17 luglio u.s., che ha accolto l'opposizione presentata dal legale nominato dall'Ente, lo scrivente avv. Francesco Falcone del Foro di Catanzaro.

La vicenda

Il decreto ingiuntivo per mancati pagamenti da parte del Comune era stato ottenuto dalla Banca sulla base di oltre un centinaio di fatture Edison Energia relative agli anni 2010/2014.

Il Giudice ha accolto nel merito l'opposizione del Comune in quanto nel biennio 2014/2016 la società fornitrice di energia elettrica era Altro Gestore, al quale il Comune ha provveduto a pagare le somme a titolo di forniture.

Il legale dell'Ente-opponente, ha inoltre eccepito, con tanto di documentazione probatoria a sostegno di quanto affermato che, per effetto della dichiarazione di dissesto finanziario, il Comune di Rocca di Neto nel predetto biennio si trovava in regime di salvaguardia (attivato quando il Cliente finale si trova sprovvisto di un fornitore di energia elettrica sul mercato libero) e che per parte del periodo richiesto in pagamento nel decreto ingiuntivo opposto, la gara per la fornitura di energia elettrica era stata aggiudicata da un terzo gestore, al quale ha pagato le relative fatture.

La decisione

Il Giudice nell'accogliere l'opposizione proposta, ha revocato il decreto ingiuntivo emesso e condannato la Banca Farmafactoring s.p.a. al pagamento delle spese legali in favore del legale nominato dal Comune di Rocca di Neto. Si tratta del secondo giudizio civile vinto dall'Ente nel giro di circa di sei mesi. Difatti, il Comune di Rocca di Neto, difeso in entrambi i giudizi dallo scrivente, ha ottenuto l'annullamento da parte del Tribunale di Crotone di due differenti decreti ingiuntivi azionati nei suoi confronti dalla Banca Farmafactoring s.p.a., risparmiando oltre un milione di euro.

(07/08/2019 - AvvocatoFrancesco Falcone) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Autovelox: non è sufficiente l'approvazione ministeriale
» Assegno di divorzio: le precisazioni della Cassazione
» Calcolo rivalutazione monetaria
» L'opposizione a decreto ingiuntivo - guida legale con modello di citazione
» La vendita e l'assegnazione

Newsletter f t in Rss