Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Al via la pratica degli avvocati presso l'Inps

È partita la nuova procedura per l'ammissione alla pratica forense presso l'Avvocatura dell'Inps. Ecco requisiti, termini e modalità di partecipazione
giovani uomini e donne di successo

di Gabriella Lax - L'Avvocatura dell'Inps ha ufficializzato le candidature per lo svolgimento della pratica forense presso i propri uffici legali.

Avvocati: al via la pratica presso l'Inps

Come riferisce un comunicato dell'istituto, i bandi regionali e quello relativo ai posti disponibili presso il Coordinamento generale legale sono pubblicati sul sito istituzionale ed esposti nelle direzioni regionali, le direzioni di Coordinamento metropolitano e i Consigli degli ordini degli avvocati territorialmente competenti.

I territori interessati sono 18: Abruzzo; Avvocatura Centrale; Basilicata; Campania; DCM - Milano; DCM - Napoli; DCM - Roma; Emilia Romagna; Lombardia; Piemonte; Puglia; Sardegna; Sicilia; Toscana; Trentino-Alto Adige - Bolzano (italiano); Trentino-Alto Adige - Bolzano (tedesco); Trentino-Alto Adige - Trento e Umbria.

Praticanti avvocati presso l'Inps, requisiti e domanda

Ecco i requisiti che necessitano per presentare la domanda (alla quale è necessario allegare un curriculum vitae europeo in pdf):

  • essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell'Ue, in possesso dei requisiti previsti dall'articolo 17 della legge n. 247/2012;
  • essere in possesso dei requisiti richiesti per l'iscrizione nei registri dei praticanti avvocati dei Consigli dell'Ordine degli Avvocati presso il Tribunale del territorio nel cui circondario si trova la sede Inps per la quale si inoltra la domanda;
  • se già iscritto nel registro speciale dei praticanti avvocati, non avere un'anzianità di iscrizione superiore a 2 mesi.

La domanda va presentata esclusivamente in via telematica (ad eccezione del Trentino Alto-Adige) entro le ore 14 del 10 maggio 2019; deve indicare solo uno degli uffici legali dell'Inps elencati nei bandi e va corredata con il curriculum vitae.

Le richieste relative ai bandi del Trentino Alto Adige, invece, dovranno essere inviate tramite pec o con raccomandata.

Una commissione, appositamente costituita presso ciascuna Direzione regionale e di Coordinamento metropolitano, valuterà l'idoneità dei candidati sulla base dei criteri di selezione.

(15/04/2019 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» Arriva il bonus matrimonio fino a 20mila euro ma solo per chi si sposa in chiesa
» Il divario (in)conciliabile tra l'attività politica e l'onestà intellettuale
» Come si costituisce un condominio
» Avvocati: arriva l'abolizione del requisito dell'esercizio effettivo della professione?
» Cefalea malattia sociale: arriva l'assegno d'invalidit
Newsletter f t in Rss