Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Inps: tutti i chiarimenti sul reddito di cittadinanza

Prima dell'avvio, ad aprile, della fase di erogazione di reddito e della pensione di cittadinanza, l'Istituto di previdenza fornisce ulteriori chiarimenti con la circolare 43 del 2019
inps

di Gabriella Lax - Una circolare per fornire chiarimenti su Reddito e pensione di cittadinanza a pochi giorni dall'avvio della fase di erogazione. Ci pensa l'Inps nella circolare 43 del 2019 (in allegato), alla quale vengono anche aggiunti tre modelli utili per la domanda e le comunicazioni di variazioni reddituali e lavorative.

  1. Reddito di cittadinanza: i modelli
  2. I requisiti del reddito di cittadinanza
  3. Da marzo 2019 addio a Rei
  4. Informazioni su reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza

Reddito di cittadinanza: i modelli

Nello specifico, i tre modelli sono: quello per la domanda, già pubblicato in precedenza; a cui si aggiunge la comunicazione ad integrazione per variazioni reddituali e svolgimento attività lavorativa, da presentare entro 30 giorni dall'invio della domanda (Red Comm. Ridotto); ed infine quello per la comunicazione di variazione per attività di lavoro e altre variazioni, da rinnovare trimestralmente entro il 15° giorno successivo al termine di ciascun trimestre solare, con l'indicazione del reddito percepito nel trimestre (Red Comm. Esteso).

I requisiti del reddito di cittadinanza

Nell'utile resoconto, l'Inps ricorda i requisiti, di cittadinanza, residenza e soggiorno, reddituali e patrimoniali, di compatibilità che i richiedenti devono possedere per avere diritto al beneficio ed ancora gli elementi su cui è calcolato il beneficio economico; le variazioni da comunicare durante il godimento del beneficio.

Il beneficio economico, ricordiamo, arriva tramite la Carta Reddito di cittadinanza, consegnata dalle Poste Italiane esclusivamente dopo il quinto giorno di ciascun mese. Ancora, la legge istitutiva reca la quantificazione e la copertura finanziaria relativa al reddito di cittadinanza e prevede un meccanismo di monitoraggio, ricordato anche nel modulo di domanda.

Da marzo 2019 addio a Rei

Da marzo 2019, il Reddito di inclusione non può essere più richiesto e che a partire dal successivo mese di aprile non può più essere riconosciuto né rinnovato per una seconda volta. Chi ha avuto il riconoscimento prima di aprile 2019, avendo presentato domanda entro il 28 febbraio 2019, continuerà a ricevere il Reddito di inclusione per la durata inizialmente prevista, fatta salva la possibilità di presentare domanda per il Reddito di cittadinanza.

Informazioni su reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza

Chi ha già presentato la domanda di Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza può ricevere informazioni e chiarimenti attraverso il Contact center ai numeri 803164 da rete fissa e 06-164164 da mobile.

Per ulteriori chiarimenti è possibile inviare una comunicazione tramite il servizio "Inps Risponde" disponibile su www.inps.it al collegamento https://servizi2.inps.it/servizi/INPSRisponde2/Home/Disclaimer.

Scarica pdf circolare Inps n. 43/2019
(24/03/2019 - Gabriella Lax)

In evidenza oggi:
» Cefalea malattia sociale: arriva l'assegno d'invalidità
» Cassazione: colpo di frusta senza radiografia
» Anac cerca avvocati
» Navigator: ecco il bando. Domande fino all'8 maggio
» La compensazione delle spese offende la professione forense
Newsletter f t in Rss