Sei in: Home » Articoli

WhatsApp sperimenta la funzione antitruffe

Condividi
Seguici

Inserendo un'immagine nella barra di ricerca si potrà verificare la sua veridicità o la fondatezza della notizia ad essa collegata
Logo whatsapp su telefono

di Gabriella Lax - Ai tempi di internet fake news e bufale, ma anche ben più pericolose truffe viaggiano online. Per questo l'applicazione di messaggistica WhatsApp sta sperimentando una funzione che consente, inserendo un'immagine nella barra di ricerca, di verificarne la veridicità o la fondatezza della notizia ad essa collegata.

WhatsApp testa la funzione anti fake news

Il lavoro del servizio di messaggistica per limitare bufale e fake news è davvero notevole. Qualche settimana fa, la società ha fatto sapere che ha già bannato 2 milioni di profili colpevoli di aver inviato notizie false, spam e truffe, e che al momento ha rimosso circa il 20% di tutti gli account malevoli attivi. Scopriamo allora come andrà la nuova funzione che, secondo le anticipazioni di WABetaInfo, permetterà agli utenti di verificare l'attendibilità delle foto condivise sulla chat verde risalendo alle origini. L'immagine in questione andrà inserita direttamente nella barra del motore di ricerca interno a WhatsApp che così avrà modo di individuare e consultare in pochi istanti tutti i portali nei quali tale foto è presente. Con l'attivazione della funzione gli utenti potrebbero avere uno strumento per controllare in maniera diretta l'attendibilità di un'immagine e, di conseguenza anche della notizia collegata, ricevuta in una conversazione privata o in un gruppo. Si tratta dell'ennesimo provvedimento preso per tentare di limitare le notizie false e le bufale che nei social e nelle chat trovano un terreno molto fertile. WhatsApp, a tal proposito, segnala quando un messaggio non è stato scritto dalla persona che lo ha inviato, ma è stato inoltrato e ha limitato il numero di contatti a cui si può mandare istantaneamente uno stesso messaggio, così da contenere la diffusione di notizie false.

(21/03/2019 - Gabriella Lax)
In evidenza oggi:
» Fino a tre anni di prigione per chi offende il prof
» Incidenti stradali: aumenta il danno biologico
» Il testo del codice di procedura penale aggiornato. Anche in formato PDF
» Online la versione aggiornata del codice penale. Anche in PDF
» Guidare un natante senza patente nautica: ecco tutte le regole

Newsletter f t in Rss